Come Trattare i Capelli Bruciati

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

I capelli possono bruciarsi a causa di vari trattamenti. Che tu li abbia tinti troppo spesso, abusato di ferri e piastre o usato i prodotti sbagliati per prendertene cura, in linea di massima il problema è sempre lo stesso: li hai disidratati, logorandoli e rendendoli più predisposti a spezzarsi. Per averli nuovamente morbidi e setosi, proprio come li desideri, ci vogliono tanta pazienza e i prodotti giusti, ma questo non significa che tu sia condannata ad averli stopposi per mesi. Puoi infatti provare alcuni trattamenti istantanei (e alcuni cambiamenti a lungo termine) per risanarli il prima possibile.

Parte 1 di 3:
Rimedi Veloci

  1. 1
    Dacci un taglio. Se i capelli sono bruciati, solitamente la maggior parte dei danni si concentra sulle punte. Andare dal parrucchiere può migliorare subito la situazione. Non pensare però di essere costretta a fare un taglio drastico: spuntarli regolarmente può aiutarti a risanare una chioma rovinata [1].
    • Cerca di spuntarli ogni 6-8 settimane.
    • Solitamente basta tagliarli di circa 1 cm per farli apparire subito più sani.
  2. 2
    Fai una maschera capillare. I capelli rovinati sono secchi, quindi hanno bisogno di idratazione. Le maschere contengono più ingredienti idratanti rispetto ai classici balsami, quindi possono avere un'azione più efficace. Applica il prodotto dopo aver lavato e tamponato i capelli con un asciugamano, quindi lascialo in posa per 20-30 minuti e risciacqualo [2].
    • Cerca una maschera contenente ingredienti appositamente pensati per trattare i capelli sfibrati, come olio di jojoba, olio di argan, proteine del grano e cheratina.
    • Se, dopo aver applicato la maschera, avvolgi la testa con un asciugamano caldo, i principi attivi penetreranno con maggiore facilità nelle cuticole e permetteranno di riparare i capelli più efficacemente.
    • Se hai capelli gravemente bruciati e danneggiati ti conviene lasciare la maschera in posa per tutta la notte. Mettiti una cuffia da doccia o avvolgi il capo con della pellicola trasparente, in modo che non macchi le federe o le lenzuola.
    • Solitamente si raccomanda di fare la maschera una volta alla settimana. Se però i capelli sono severamente rovinati, dovresti usarla 2 volte alla settimana.
  3. 3
    Fai un trattamento a base di olio. I capelli bruciati possono migliorare parecchio grazie all'uso di oli specifici, in quanto aiutano a idratarli in un modo simile a quello del sebo prodotto dal cuoio capelluto. Applica 4-5 gocce di olio sul palmo e strofinalo con l'altro. Lavoralo sulle lunghezze (dalle orecchie in giù) quando i capelli sono ancora bagnati, quindi mettili in piega come al solito [3].
    • Diversi oli sono efficaci per i capelli, come quelli di argan, cocco, jojoba, macadamia e mandorle dolci. Puoi anche cercare sieri contenenti una miscela di 2 o più oli.
    • La lunghezza, lo spessore e i danni dei capelli sono tutti fattori da considerare per capire quanto olio ti serve. Inizia con 1-2 gocce e aggiungine di più se necessario.
    • Puoi anche applicare un olio sulle punte dei capelli, che sono generalmente secche e bruciate. Tuttavia, usane solo 1-2 gocce altrimenti rischi di ritrovarti con i capelli unti.
    • Se sono gravemente bruciati, potresti fare un trattamento all'olio caldo. Riscalda il contenitore dell'olio in una pentola di acqua bollente e usalo per impregnare bene i capelli. Mettiti una cuffia da doccia di plastica o avvolgi il capo con della pellicola trasparente, quindi lascialo in posa per almeno 30 minuti. Concludi facendo lo shampoo e applicando il balsamo come al solito [4].
    Consiglio dell'Esperto
    Laura Martin

    Laura Martin

    Cosmetologa Autorizzata
    Laura Martin è una Cosmetologa Autorizzata che vive in Georgia. Lavora come parrucchiera dal 2007 e insegnante di cosmetologia dal 2013.
    Laura Martin
    Laura Martin
    Cosmetologa Autorizzata

    Lo sapevi? I trattamenti con un olio possono aggiungere l'umidità necessaria ai capelli bruciati. Sebbene i capelli siano fatti di cellule morte della pelle e non possano in realtà essere riportati in vita, i trattamenti con olio ricoprono i follicoli piliferi, così da aiutare i capelli a rimanere forti e sani man mano che crescono.

    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Lavare Correttamente i Capelli

  1. 1
    Riduci la frequenza dei lavaggi. Se i capelli sono rovinati, farsi lo shampoo troppo spesso può disidratarli ancora di più e peggiorare la situazione. Invece di lavarli quotidianamente, cerca di farlo ogni 2-3 giorni per mantenerli ben idratati [5].
    • Durante il lavaggio concentra l'applicazione dello shampoo sul cuoio capelluto e fai scorrere la schiuma sulle lunghezze per evitare di disidratarli troppo.
    • Assicurati di scegliere uno shampoo idratante con ingredienti come olio d'oliva o di argan, glicerina, sorbitolo o burro di karité. Evita i prodotti contenenti olio minerale e petrolati: possono formare una pellicola che impedirà ai capelli di assorbire i principi attivi e mantenersi idratati [6].
  2. 2
    Dopo lo shampoo, utilizza un balsamo nutriente. Se hai capelli bruciati e danneggiati, un balsamo dalla consistenza liquida solitamente non è sufficiente per idratarli. Invece, dopo averli lavati applica un balsamo nutriente. Lascialo in posa per circa 10 minuti, quindi risciacqua [7].
    • Cercane uno dalla formulazione densa (solitamente viene venduto in un tubetto o un barattolo) contenente ingredienti idratanti come burri, oli, ceramidi e glicerina, ma anche con principi attivi ristrutturanti quali cheratina, aminoacidi e proteine idrolizzate [8].
    • Quando applichi il balsamo, assicurati di concentrare il prodotto sulle punte.
    • Può essere sufficiente usare un balsamo nutriente una volta alla settimana. Se però hai i capelli particolarmente secchi, meglio farlo 2 volte alla settimana.
  3. 3
    Concludi con un balsamo senza risciacquo. Pur usando un balsamo nutriente dopo il lavaggio, i capelli possono comunque avere bisogno di idratazione. Un prodotto senza risciacquo idrata per tutto il giorno in quanto non va eliminato con l'acqua. Applicalo sui capelli umidi e distribuiscilo con un pettine per assicurarti di rivestire bene tutte le ciocche [9].
    • In caso di capelli gravemente bruciati, meglio usare una formulazione più ricca, per esempio un prodotto in crema o lozione.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Adottare Buone Abitudini

  1. 1
    Limita la messa in piega con strumenti caldi. Certo, i capelli sono favolosi quando li lisci o li arricci, ma questi trattamenti li disidratano, pertanto sono particolarmente sconsigliati in caso di capelli bruciati. Cerca di limitare il più possibile l'uso di ferri, piastre e persino asciugacapelli. Dopo il lavaggio, lasciali asciugare all'aria e valorizzali al naturale anziché arricciarli o piastrarli [10].
    • Quando li metti in piega, prima applica un termoprotettore per contenere i danni. I termoprotettori che hanno formulazioni ricche, come sieri, creme o lozioni, sono preferibili per i capelli bruciati e danneggiati.
  2. 2
    Evita di tingerli frequentemente. Spesso i capelli si bruciano a causa di decolorazioni o altri trattamenti di colorazione. Per evitare che si rovinino ulteriormente assicurati di aspettare almeno 8 settimane fra un trattamento e l'altro [11].
    • Se hai la ricrescita e non sono ancora passate 8 settimane dall'ultima tinta, usa un prodotto per ritoccare la ricrescita, come uno spray o una polvere; non tingerli.
  3. 3
    Proteggi i capelli dagli agenti atmosferici. I danni non vengono arrecati solo da tinte e messa in piega. Anche il sole, l'acqua salata, il cloro e altri fattori ambientali possono essere un bel problema per i capelli bruciati. Prima di esporti al sole, coprili con un cappello. Se hai intenzione di andare a nuotare al mare o in piscina, inumidiscili con dell'acqua di rubinetto per evitare che assorbano l'acqua salata o il cloro, poi risciacquali non appena finisci [12].
    • Alcuni balsami senza risciacquo e altri prodotti per la messa in piega contengono ingredienti con proprietà che proteggono dai raggi UV, in questo modo i capelli non verranno rovinati dal sole.
    • Prima di andare a nuotare, cerca anche di applicare un balsamo senza risciacquo per evitare che i capelli assorbano sostanze chimiche e minerali dannosi presenti nell'acqua.
    Pubblicità

Consigli

  • Se hai i capelli bruciati evita di usare spazzole dalle setole sintetiche, perché altrimenti corri maggiormente il rischio di strapparli e farli increspare. Opta per una spazzola in setole naturali. Per essere ancora più delicata, utilizza un pettine dai denti larghi.
  • Prendersi cura della propria salute in generale può aiutare a riparare una chioma bruciata e danneggiata. Cerca di seguire un'alimentazione bilanciata ricca di proteine magre, acidi grassi omega-3, ferro e vitamine A e C.
  • Usare una federa di seta può esserti utile, in quanto riduce la frizione e il conseguente effetto crespo quando ti giri durante il sonno.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Maschera per capelli
  • Oli per capelli
  • Shampoo idratante
  • Balsamo nutriente
  • Balsamo senza risciacquo
  • Pettine

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Cura dei Capelli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità