Come Trattare i Crampi Mestruali Fuori Casa

Scritto in collaborazione con: Shari Forschen, NP

I crampi mestruali possono avere un'intensità variabile da lieve a grave, ragion per cui sono particolarmente difficili da trattare quando si è fuori casa. Per fortuna, è possibile adottare molti rimedi di comune utilizzo a scuola o al lavoro. Rilassando i muscoli interessati dai crampi, alleviando il dolore e implementando delle tecniche mirate, è possibile combattere il fastidio e proseguire con la giornata come se niente fosse.

Metodo 1 di 3:
Rilassare i Muscoli Interessati dai Crampi

  1. 1
    Fai dei respiri profondi. La respirazione profonda ossigena il sangue e aiuta a ridurre i crampi muscolari. Inspira profondamente con il naso ed espira con la bocca. Cerca di inspirare a fondo e di respirare con il diaframma, lasciando dilatare e rilassare l'addome. Per rilassarti al meglio, esegui una serie di 10 respirazioni profonde. Questa procedura è facile da realizzare in classe o in ufficio [1].
  2. 2
    Adotta la tecnica della riflessologia individuando i punti di pressione giusti. Esistono dei punti di pressione di facile accesso che puoi stimolare per combattere i crampi mestruali. Uno di essi si trova quattro dita sotto l'ombelico, mentre un altro sulla zona frontale di ciascun osso iliaco. Usa il dito medio per esercitare una pressione lenta e stabile su ciascun punto, mantenendo inizialmente la posizione per due o tre minuti. È possibile eseguire discretamente la procedura sui vestiti durante una riunione o leggendo a scuola [2].
    • La pressione non va esercitata per più di 10 minuti alla volta, altrimenti rischi di indolenzire la zona. Realizzata una sessione di due o tre minuti, è possibile farne un'altra qualora avesse dato dei buoni risultati.
  3. 3
    Massaggia l'addome e la zona lombare disegnando dei piccoli cerchi. Il massaggio stimola la circolazione e aumenta l'afflusso di sangue diretto alla zona, alleviando in questo modo i crampi muscolari. Individua le zone che ti fanno male per ottenere un maggiore sollievo: se ti fa male la zona lombare, disegna dei piccoli cerchi accanto alla spina dorsale con il pollice, ovvero il dito che esercita una maggiore pressione. Se hai i crampi nella zona del basso addome, massaggia la zona compresa fra le ossa iliache con i pollici realizzando un movimento circolare [3].
    • Eseguire un movimento circolare favorisce una penetrazione più profonda e migliora la circolazione del sangue nella zona interessata, pertanto è più efficace rispetto ad altri tipi di movimento. In ogni caso, se ottieni dei benefici da un altro tipo di massaggio, esegui pure la procedura che ritieni più efficace per il tuo caso specifico.
    • Questo massaggio può essere realizzato discretamente sui vestiti in macchina, a scuola o al lavoro.
  4. 4
    Bevi tanta acqua. Una corretta idratazione allevia i crampi muscolari e aiuta ad attenuare il dolore causato dalle mestruazioni. Cerca di berne due litri al giorno, soprattutto quando hai i crampi. Puoi portarti dietro una bottiglietta e riempirla nel corso della giornata [4].
  5. 5
    Applica qualche goccia di olio essenziale. Gli oli essenziali sono efficaci per combattere le tensioni ed equilibrare naturalmente gli ormoni responsabili dei crampi più acuti. Applica due o tre gocce di olio di menta piperita o erba moscatella sull'interno polso, in modo da poterlo annusare durante il giorno. Se l'odore ti distrae mentre mangi o bevi, puoi applicare le gocce direttamente sulla zona addominale [5].
    • Puoi tenere una boccetta di olio nello zaino o in borsa per attenuare il fastidio durante la giornata.
    • Non superare le dosi indicate. Inoltre, ricorda che gli oli essenziali non possono essere ingeriti.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Attenuare il Dolore

  1. 1
    Crea un termoforo improvvisato usando dei tovaglioli di carta. Il calore aumenta l'afflusso di sangue diretto ai muscoli doloranti, senza contare che può avere ottime proprietà analgesiche e rilassanti. Se hai la possibilità di usare un forno a microonde, per esempio ne hai uno a disposizione nella sala relax dell'ufficio, inumidisci dei tovaglioli di carta e mettili a riscaldare nel microonde a intervalli di 30 secondi. Dovrebbero essere caldi, ma non emanare vapore. Portali con te in bagno e applicali sulla zona lombare per lenirla e alleviare il dolore.
    • Se non vuoi correre il rischio di inumidire i vestiti, può esserti utile sederti sul gabinetto. In questo modo potrai applicare i tovaglioli caldi sulla zona lombare mantenendo abbassati i pantaloni o la gonna.
    • Se non hai accesso a un microonde, puoi comunque impiegare questa tecnica per alleviare i crampi. Bagna dei tovaglioli di carta con dell'acqua calda in bagno. Strizzali bene e appoggiali sull'addome o sulla zona lombare per trovare un po' di sollievo.
  2. 2
    Sali le scale o cammina in corridoio. L'esercizio fisico stimola la produzione di endorfine, un antidolorifico naturale generato dal corpo. Dato che durante la giornata non è possibile usare il tapis roulant, cerca di integrare dei semplici esercizi a scuola o al lavoro per stimolare la produzione di endorfine e alleviare naturalmente i crampi. Potresti prendere le scale anziché l'ascensore o fare una passeggiata all'aperto durante la ricreazione [6].
  3. 3
    Evita di bere caffè e tè contenenti caffeina. La caffeina comprime i vasi sanguigni e può intensificare i crampi muscolari. Quando hai dolori mestruali, evita dunque le bevande ricche di questa sostanza. Una tisana fumante senza caffeina è un'ottima alternativa per idratarsi e alleviare il fastidio [7].
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Affrontare i Crampi quando si Sta Fuori tutto il Giorno

  1. 1
    Applica una fascia autoriscaldante. Le fasce autoriscaldanti, come quelle di ThermaCare, vengono attivate con l'esposizione all'aria e non si vedono sotto i vestiti. Portarne una è efficace per attenuare i crampi e il dolore senza che sia necessario usare altri metodi, come riscaldare tovaglioli di carta nel microonde. Molte fasce si mantengono calde fino a otto ore e possono essere applicate direttamente sull'addome o sulla schiena per trovare sollievo [8].
    • Tieni una fascia in macchina o nello zaino, in modo da averla a disposizione ogni volta che ti serve.
  2. 2
    Chiedi a un'amica se ha degli analgesici da banco o portati un blister. Gli antidolorifici da banco, come ibuprofene e acetaminofene, sono efficaci per attenuare il dolore e il fastidio. Per potenziarne l'efficacia, prendili non appena si manifestano i primi crampi e continua con l'assunzione finché i sintomi persistono. In linea di massima, è meglio intervenire quando il dolore è lieve, anziché provare ad attenuarlo quando è ormai diventato molto più forte e intenso [9].
    • Per quanto riguarda l'ibuprofene, bisogna assumerne solitamente 200 o 400 mg per via orale ogni quattro o sei ore. Il dosaggio dell'acetaminofene è invece pari a 500-1000 mg ogni sei ore.
    • Se ti trovi in un albergo o in un ristorante per una riunione di affari, puoi anche chiedere un antidolorifico a un receptionist o a un cameriere. Molti tengono una scorta di analgesici da banco per il personale e non hanno problemi a condividerli con i clienti.
    • Se cominci ad avere i crampi e non disponi di alcun medicinale, chiedi a un'amica se ha delle compresse di scorta.
  3. 3
    Inizia a usare assorbenti grandi. Sebbene gli assorbenti interni siano molto pratici, possono irritare la cervice in alcuni casi, peggiorando i crampi. Se soffri di dolori intensi, è preferibile passare agli assorbenti normali di giorno, in modo da evitare che il fastidio venga acuito da eventuali irritazioni. Nei bagni di alcune scuole e uffici è possibile trovare distributori che vendono prodotti igienici femminili [10].
  4. 4
    Mangia una banana. Il potassio aiuta a mantenere una corretta idratazione e ad alleviare i crampi muscolari causati dalla disidratazione. Se il dolore dovesse intensificarsi quando sei fuori casa, mangia una banana. È un cibo pratico da portarsi in borsa ed efficace per alleviare almeno in parte il fastidio [11].
    Pubblicità

Consigli

  • Se sei a scuola e non hai antidolorifici, vai in infermeria per procurarteli.
  • Prova ad appoggiare la testa sul banco o sulla scrivania per qualche secondo allo scopo di respirare profondamente e rilassarti.
  • Prendi i farmaci su prescrizione solo se il tuo medico ti ha dato una ricetta. Non assumere medicinali prescritti ad altre persone.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Infermiera Specialista Clinica
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Shari Forschen, NP. Shari Forschen lavora come Infermiera Registrata al centro Sanford Health, nel Dakota del Nord. Ha conseguito la Laurea in Scienze Infermieristiche Generali e Cliniche presso la University of North Dakota e lavora come infermiera dal 2003.
Categorie: Salute Donna

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità