Come Trattare il Dolore al Collo e alla Schiena in Maniera Naturale

Scritto in collaborazione con: Jasper Sidhu, DC

È piuttosto comune accusare dolore nella zona di schiena e collo. Il fastidio può essere dovuto a diverse patologie, fra cui strappi muscolari, distorsione dei legamenti, sindrome delle faccette articolari, ernia del disco, nervi compressi e malattie degenerative come l'osteoartrite [1]. Le cause scatenanti più comuni sono le seguenti: sforzi eccessivi (lavorando o facendo sport), cattiva postura, sedentarietà e/o elevati livelli di stress. Tuttavia, nella maggior parte dei casi il dolore vertebrale può essere trattato in maniera naturale (senza medicinali o operazioni chirurgiche) in casa o rivolgendosi a uno specialista. Solo la minoranza dei casi richiede un intervento medico.

Parte 1 di 3:
Cambiare Stile di Vita

  1. 1
    Riposa per qualche giorno. In genere il mal di schiena o collo si manifesta quando si sollevano pesi eccessivi, si realizzano troppo spesso dei movimenti ripetitivi, si fanno movimenti inconsueti o si subisce un trauma (come uno scivolone, un incidente automobilistico o un infortunio praticando sport) [2]. Altre volte il dolore vertebrale si sviluppa quando si trascorre troppo tempo al computer o dormendo in una posizione scomoda: spesso è difficile capire o prevedere la causa, in quanto la colonna vertebrale umana è molto complessa, con tante parti mobili.
    • Non appena inizi ad accusare dolore al collo o alla schiena, interrompi l'attività che sembra averlo causato e riposa. Solitamente, nella maggior parte dei casi di dolore lieve-moderato, bastano 2-3 giorni di riposo per guarire o sentirsi decisamente meglio.
    • Se dopo più di una settimana il dolore non passa, allora è possibile che si tratti di un infortunio più grave che richiede l'intervento di un medico.
    • Riposare è generalmente efficace per la maggior parte degli infortuni muscolo-scheletrici, ma un'inattività completa (come quella comportata da un riposo a letto totale) può peggiorare il problema.
    • Alcuni movimenti, come fare una passeggiata lenta o mansioni domestiche leggere, favoriscono la circolazione e accelerano la guarigione di muscoli e articolazioni. Alzarsi e muoversi con lentezza una volta all'ora circa, anche solo per pochi minuti, aiuta a guarire prima.
  2. 2
    Fai dello stretching leggero. Qualunque sia la causa del dolore, è possibile che i muscoli si stiano proteggendo, quindi sono rigidi e limitano i movimenti. Di conseguenza, a condizione che non accusi dolori acuti, simili a una scossa elettrica o lancinanti quando ti muovi (cosa che potrebbe essere indicativa di un'ernia del disco o una frattura ossea), allungare leggermente la zona indolenzita probabilmente ti sarà di giovamento. Il dolore e la rigidità muscolare rispondono positivamente allo stretching perché questi esercizi riducono la tensione e migliorano l'elasticità o l'ampiezza del movimento [3].
    • Fare stretching o dei movimenti specifici durante o dopo una doccia calda è utile, in quanto i muscoli si saranno riscaldati.
    • Inizialmente è utile ruotare le spalle e fare movimenti circolari con la testa. Se accusi dolore quando ti muovi, fermati e procedi solo fino al punto in cui non senti alcun fastidio. Passa poi alle rotazioni del collo (spostando lo sguardo da un lato all'altro) e alle flessioni/estensioni (guardando verso l'alto e il basso).
    • Dedica qualche minuto a ciascun movimento 3 volte al giorno.
    • Riscaldato il collo, inizia ad allungarti di lato piegando la schiena, come se stessi cercando di avvicinare l'orecchio alla spalla. Fallo su entrambi i lati.
    • Poi, piega il collo in avanti (portando il mento al torace) e ruotalo leggermente di lato fino a fissare il piede. Mantieni la posizione per 30 secondi, quindi cambia lato e ripeti.
    • Per quanto riguarda la schiena, sdraiati su una superficie imbottita e porta le ginocchia al petto. Abbraccia le tibie fino a sentire allungare la zona lombare e mantieni la posizione per 30 secondi. Ripeti 3-5 volte al giorno.
    • Mentre sei sdraiato, unisci le ginocchia e ruotale lateralmente, in modo da appoggiare la coscia sul pavimento. Trascorsi 30 secondi, sposta le gambe sull'altro lato.
  3. 3
    Prova a dormire in una posizione diversa. Ogni singola persona reagisce diversamente, ma alcune posizioni tendono a causare più fastidi di altre. Per esempio, dormire in posizione prona causa comunemente mal di collo e schiena: il collo tende a essere girato di lato, mentre la zona lombare può essere iperestesa e irritarsi. Per l'intera colonna vertebrale la posizione migliore è quella supina o di fianco (simile alla classica posizione fetale) [4].
    • Dormire in posizione prona è un'abitudine difficile da togliersi per molti, ma i benefici per la colonna vertebrale valgono ogni sforzo.
    • Quando dormi in posizione supina, non sostenere la testa con più di un cuscino, in quanto ciò può causare tensione al collo e dolore.
    • Mentre sei in posizione supina, appoggia un piccolo cuscino sotto le ginocchia per togliere pressione dalla zona lombare.
    • Se dormi di lato, usa un cuscino il cui spessore non sia superiore alla distanza fra la punta della spalla e l'orecchio. I cuscini molto spessi causano un'eccessiva flessione laterale del collo.
    • Compra un cuscino ortopedico specifico: è pensato per sostenere le normali curve del collo e prevenire tensioni durante il sonno.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trattamenti Casalinghi

  1. 1
    Applica del ghiaccio in caso di dolore acuto. Se il mal di collo/schiena si è manifestato di recente e la zona si è infiammata e irrigidita, appoggia una busta di ghiaccio tritato (o qualcosa di freddo) sulla parte più indolenzita per combattere l'infiammazione e intorpidirla [5]. La terapia del freddo è più efficace per le lesioni acute (recenti) associate a gonfiore, perché riduce il flusso sanguigno contraendo i vasi della zona. Applica il ghiaccio tritato per circa 15 minuti 3-5 volte al giorno fino a quando il dolore non sarà diminuito o passato.
    • Premi il ghiaccio tritato sulla parte più indolenzita del collo o della schiena con una benda elastica, in quanto è ancora più efficace per combattere l'infiammazione e il gonfiore.
    • Prima di applicare il ghiaccio sul collo o sulla schiena, avvolgilo sempre con un panno sottile: ciò aiuta a prevenire irritazioni cutanee e geloni.
    • Se non hai del ghiaccio tritato, allora usa quello in cubetti, quello istantaneo o una busta di verdure surgelate (i piselli e il mais sono pratici).
  2. 2
    In caso di dolore cronico, avvaliti di calore e umidità. Se è da molte settimane che hai dolori al collo o alla schiena, allora si tratta di una lesione cronica. In questo caso evita la terapia del freddo e opta invece per un calore umido. L'umidità riscalda i muscoli e altri tessuti rilassando i vasi sanguigni della zona e aumentando la circolazione del sangue (che contiene ossigeno e nutrienti). Può essere utile per i dolori causati da vecchi infortuni sportivi o artrite [6]. I sacchetti aromatici riscaldabili nel forno a microonde ripieni di cereali (bulgur o riso), erbe e/o oli essenziali sono una buona fonte di calore umido.
    • Riscalda il sacchetto nel forno a microonde per circa 2 minuti, quindi applicalo sui muscoli indolenziti del collo o della schiena per più o meno 15 minuti non appena ti svegli o prima di fare attività fisica.
    • Aggiungi della lavanda o altri oli essenziali lenitivi al sacchetto di erbe, perché questo aiuta a combattere il fastidio e a rilassarti. Alcuni sacchetti vengono profumati con degli oli essenziali.
    • Un bagno caldo è un'altra buona fonte di calore umido. Versa 1-2 tazze di sali di Epsom nella vasca per ottenere migliori risultati: l'alto contenuto di magnesio rilassa e lenisce muscoli e tendini irrigiditi [7].
    • Evita il calore secco (elettrico) generato dai classici termofori per trattare le lesioni al collo e alla schiena, perché può disidratare i muscoli e aumentare il rischio di infortunio.
  3. 3
    Usa dei rimedi erboristici per trattare il dolore e l'infiammazione. Se stai cercando di evitare i medicinali, allora considera dei metodi a base di piante per alleviare il fastidio durante la guarigione. Le creme, le lozioni e/o le pomate che contengono mentolo, menta piperita, canfora, arnica, capsaicina o lavanda possono essere efficaci per alleviare il dolore muscolo-scheletrico, anche se i risultati possono variare a seconda della concentrazione e della preparazione del prodotto. Massaggiane un po' sul collo o sulla schiena 3-5 volte al giorno e osserva se il dolore o l'infiammazione va via.
    • Alcuni prodotti erboristici sono più efficaci se assunti per via orale. Per esempio, le capsule di artiglio del diavolo possono essere ottime per combattere il dolore e l'infiammazione che interessano il collo causati da lesioni minori e osteoartrite [8].
    • Anche le capsule di radice di curcuma possono alleviare il dolore e l'infiammazione. Secondo vari studi hanno la stessa efficacia delle compresse di ibuprofene e diclofenac, ma senza gli stessi effetti collaterali [9].
    • In linea di massima, il dolore sordo è indicativo di uno strappo o rigidità muscolare, mentre un dolore acuto che si manifesta con i movimenti è spesso causato da infortuni alle articolazioni/legamenti (distorsioni).
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Provare un Trattamento Naturale

  1. 1
    Sottoponiti a un massaggio professionale. In teoria, ogni tipo di dolore vertebrale è associato ai muscoli, almeno fino a un certo punto, quindi occuparsi della rigidità o degli spasmi muscolari è una buona strategia per alleviare il mal di collo o schiena in maniera naturale, budget permettendo. Un massaggio profondo connettivale è efficace per gli strappi lievi-moderati, perché riduce gli spasmi e l'infiammazione muscolare, favorendo allo stesso tempo il rilassamento [10]. Inizia con una sessione di 30 minuti, concentrandoti sui punti più doloranti. Lascia che il massaggiatore vada tanto a fondo quanto tu riesca a tollerare senza sussultare.
    • I massaggi al collo dovrebbero includere anche delle attenzioni rivolte alla parte superiore delle spalle e alla base del cranio.
    • I massaggi alla zona lombare dovrebbero includere anche delle attenzioni ai fianchi e alla parte superiore delle natiche.
    • Un solo massaggio può essere di grande aiuto per alleviare il dolore, ma a volte è necessario fare diverse sessioni, tutto dipende dalla causa del problema.
    • I massaggi di 30 minuti possono essere efficaci per un dolore acuto, mentre quelli più lunghi (di un'ora) sono spesso necessari per combattere i problemi cronici.
    • Dopo un massaggio profondo connettivale bevi sempre tanta acqua purificata per espellere i materiali di scarto infiammatori e l'acido lattico dal corpo. Se non lo fai, rischi di soffrire di mal di testa e rigidità il giorno dopo.
  2. 2
    Fissa un appuntamento con un chiropratico o un osteopata. Questi professionisti sono specializzati nella cura della colonna vertebrale. Hanno l'obiettivo di ripristinare dei movimenti e delle funzioni normali all'interno delle articolazioni che connettono le vertebre della spina dorsale [11]. Possono esaminare la colonna vertebrale e provare a determinare la causa del dolore, per capire se è associato più ai muscoli o alle articolazioni. La manipolazione delle articolazioni, chiamata anche adattamento vertebrale, viene usata per riposizionare naturalmente le articolazioni del collo o della schiena leggermente inceppate o disallineate, cosa che può scatenare l'infiammazione e acuire il dolore con il movimento.
    • I chiropratici e gli osteopati solitamente richiedono una radiografia della colonna vertebrale per capire meglio la situazione e assicurarsi che sia appropriato fare un adattamento.
    • Un singolo adattamento può talvolta alleviare il dolore al collo e alla schiena, ma probabilmente ci vorranno 3-5 trattamenti per notare risultati degni di nota.
    • I chiropratici e gli osteopati usano diverse terapie per alleviare il dolore muscolo-scheletrico, fra cui massaggi, panche a inversione/posturali, trattamenti a ultrasuoni e elettrici (come apparecchi TENS).
    • Questi trattamenti non sono particolarmente costosi e in alcuni casi sono mutuabili.
  3. 3
    Prova l'agopuntura, che consiste nell'inserire degli aghi sottili in punti specifici della pelle allo scopo di combattere il dolore e l'infiammazione [12]. Può essere molto efficace per il collo e la schiena, specialmente se eseguita non appena si manifestano i primi sintomi. Basata sugli antichi principi della medicina tradizionale cinese, l'agopuntura agisce inducendo il corpo a rilasciare sostanze come endorfine e serotonina, utili per ridurre dolore e infiammazione. È un trattamento che si è dimostrato molto sicuro ed è relativamente abbordabile, quindi, se altre cure naturali non dovessero funzionare, vale la pena di provarlo per il tuo problema.
    • Le prove mirate a sostenere l'efficacia dell'agopuntura per alleviare il dolore cronico di collo e schiena sono contrastanti, ma secondo numerosi rapporti aneddotici si tratta di una buona opzione da considerare [13].
    • I punti dell'agopuntura usati per ridurre il dolore di collo e schiena potrebbero non corrispondere ai punti in cui accusi il fastidio: alcuni possono trovarsi in parti distanti del corpo, come sulla mano.
    • L'agopuntura viene praticata da numerosi professionisti, fra cui medici, chiropratici, fisioterapisti e massaggiatori: lo specialista che scegli dovrebbe essere qualificato, quindi informati al riguardo.
  4. 4
    Considera la terapia dei trigger point. I nodi muscolari, o trigger point, a volte possono essere responsabili fino al 30% di tutti i dolori [14]. Sono parti del collo e della schiena indolenzite che possono causare dolore localizzato o che si estende ad altre zone (per esempio, un mal di testa può essere dovuto a un nodo che si trova nella schiena o nel collo). Esercitare pressione su questi nodi muscolari per diversi secondi è un metodo efficace per trattarli [15].
    • I chiropratici, i fisioterapisti, i massaggiatori e persino i medici possono essere addestrati per praticare la terapia dei trigger point.
    • Il trattamento può essere realizzato in casa con una pallina da tennis. Mettila sotto la schiena o il collo e rotolala fino a trovare un punto indolenzito. Mantieni la posizione per diversi secondi o fino a quando non si attenuerà il dolore. Poi, passa a un altro punto.
  5. 5
    Considera terapie o attività rilassanti. Le tecniche che aiutano ad alleviare lo stress, come meditazione, esercizi di respirazione profonda, retroazione biologica, visualizzazione positiva e tai chi, si sono rivelate efficaci per alleviare un'ampia varietà di dolori muscolo-scheletrici e prevenire lesioni. Lo yoga è altrettanto efficace per rilassarsi e permette di praticare posizioni specifiche in combinazione a utili esercizi di respirazione [16].
    • Le posizioni yoga tendono ad allungare e a rafforzare i muscoli, ma anche a migliorare la postura. Se però ti sembra che alcune acuiscano il dolore, meglio modificarle.
    • Cerca un corso di yoga o di un'altra attività rilassante in un centro o una palestra della tua città.
    • Gli specialisti di medicina alternativa, come massaggiatori, chiropratici e agopuntori, hanno generalmente molte conoscenze sulle terapie che ricercano l'armonia fra mente e corpo, come quelle indicate qui in alto.
    Pubblicità

Consigli

  • Per la maggior parte delle persone, trattare il dolore vertebrale in maniera naturale significa farlo senza medicinali, ma un uso a breve termine di antinfiammatori (come l'ibuprofene) o antidolorifici (come l'acetaminofene) può essere utile.
  • Smetti di fumare, in quanto compromette la circolazione sanguigna, privando i muscoli vertebrali e altri tessuti di ossigeno e nutrienti.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se il dolore vertebrale non viene alleviato con i metodi illustrati in questo articolo, rivolgiti al tuo medico per farti consigliare altre soluzioni.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Chiroterapeuta
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Jasper Sidhu, DC. Vantando oltre 20 anni di esperienza, il Dottor Sidhu lavora come Chiroterapeuta a Toronto. Ha conseguito il titolo di chiroterapeuta al Canadian Memorial Chiropractic College nel 1994 e ha poi completato un corso di 3 anni per ottenere una Certificazione in Riabilitazione.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità