Come Trattare l'Iperpigmentazione

La pelle umana contiene cellule che producono melanina (melanociti), una sostanza chimica che dà il colore all'epidermide. Troppa melanina rende la pelle iperpigmentata; gli esempi comuni di questa caratteristica sono le lentiggini e le macchie dell’età. L'iperpigmentazione può derivare dall’esposizione al sole, da traumi alla pelle o come effetto collaterale di alcuni farmaci. Sebbene non sia una grave patologia medica, sarebbe opportuno cercare un trattamento per ragioni estetiche. Continua a leggere per saperne di più.

Parte 1 di 3:
Determinare la Causa

  1. 1
    Conosci i diversi tipi d’iperpigmentazione. Prendere familiarità con le diverse tipologie ti aiuterà a stabilire la giusta linea di trattamento e capire in che modo cambiare il tuo stile di vita può aiutarti a prevenire la formazione di ulteriori macchie. Ecco i tre tipi di iperpigmentazione:
    • Melasma. Questo tipo di iperpigmentazione è causato da fluttuazioni ormonali ed è normale durante la gravidanza. Può verificarsi anche a causa di disfunzioni della tiroide e come effetto collaterale dell’assunzione della pillola anticoncezionale o della terapia ormonale farmacologica. È piuttosto difficile da trattare.
    • Lentiggini. Queste sono conosciute anche come macchie del fegato o dell’età. Si trovano sul 90% delle persone oltre i 60 anni e sono causate dall'esposizione ai raggi UV.
    • Iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH). Questa è causata da lesioni della pelle come psoriasi, ustioni, acne e alcuni trattamenti della cura della pelle. Di solito scompare quando l'epidermide si rigenera e guarisce.
  2. 2
    Analizza la tua condizione con un dermatologo. Fatti visitare da un medico specialista per individuare il tipo di macchie che colpisce la tua pelle. Dopo un’attenta anamnesi circa il tuo stile di vita e la tua storia medica, il dermatologo esaminerà la tua pelle usando una lampada con lente d’ingrandimento. Aspettati che ti ponga le seguenti domande per cercare di determinare il tuo tipo di iperpigmentazione:
    • Con quale frequenza usi il lettino abbronzante? Quanto spesso metti la protezione solare? Qual è il tuo livello di esposizione al sole?
    • Quali sono le tue condizioni di salute attuali e quali patologie hai avuto in passato?
    • Sei o sei stata recentemente incinta? Stai assumendo o hai assunto di recente la pillola anticoncezionale o sei o sei stata sottoposta a terapia ormonale sostitutiva?
    • Quali farmaci stai prendendo?
    • Quali interventi di chirurgia plastica o trattamenti professionali alla pelle hai subito?
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Cercare i Trattamenti

  1. 1
    Fatti prescrivere un trattamento topico. Le applicazioni topiche contenenti acidi alfa-idrossiacidi (AHA) e retinoidi, che esfoliano e ringiovaniscono la pelle, sono utili nel trattamento dell’iperpigmentazione di tutte le tipologie. Puoi trovare i seguenti tipi di applicazioni topiche:
    • Idrochinone. Questo farmaco è stato largamente usato come sbiancante della pelle ma a causa delle sue potenzialità cancerogene è stato vietato in Italia e in Europa dal 2000.
    • Acido cogico. Questo acido deriva da un fungo e agisce in modo simile all’idrochinone.
    • Acido azelaico. Sviluppato per il trattamento dell’acne, si è dimostrato efficace anche per l’iperpigmentazione.
    • Acido mandelico. Derivato dalle mandorle, questo tipo di acido viene usato per trattare tutti i tipi di iperpigmentazione.
  2. 2
    Prendi in considerazione di sottoporti a una procedura professionale non ablativa. Se i trattamenti topici non funzionano, il dermatologo può consigliarti un metodo mirato per la tua iperpigmentazione. Le diverse procedure disponibili sono le seguenti:
    • Peeling della pelle, incluso quello con acido salicilico, per il trattamento delle aree cutanee scure. Questo metodo viene seguito quando la terapia topica non è efficace.
    • Terapia IPL (Luce Pulsata Intensa). In questo caso l’apparecchiatura è in grado di selezionare e agire sulle singole macchie scure. Questi dispositivi IPL vengono usati sotto la stretta sorveglianza di un medico esperto.
    • Trattamento laser skin resurfacing.
  3. 3
    Recati in un ambulatorio per un trattamento di microdermoabrasione. Si tratta di un'opzione molto diffusa tra le persone con iperpigmentazione. Cerca un professionista con esperienza; raschiare la pelle può causare irritazione peggiorando il problema. Questa procedura non dovrebbe essere eseguita troppo spesso, in quanto la pelle ha bisogno di tempo per guarire tra una seduta e l’altra.
  4. 4
    Assumi dei farmaci senza prescrizione medica. Se vuoi curare l'iperpigmentazione prendendo dei farmaci che non richiedono prescrizione, cerca queste opzioni da banco:
    • Creme schiarenti per la pelle. Rallentano la produzione di melanina e rimuovono quella esistente. Cerca i prodotti che contengono una combinazione di questi ingredienti: latte di soia, cetrioli, acido cogico, calcio, acido azelaico o arbutina.
    • Un trattamento topico contenente Retin-A o alfa-idrossiacidi.
  5. 5
    Prova un rimedio casalingo. Applica una delle seguenti soluzioni topiche per aiutare a schiarire le aree scure della pelle:
    • Olio di rosa canina.
    • Cetriolo a fette, frullato oppure il suo succo.
    • Succo di limone.
    • Aloe Vera.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenire una Futura Iperpigmentazione

  1. 1
    Limita l'esposizione ai raggi UV. L'esposizione ai raggi UV è una delle cause più comuni di questa patologia. Sebbene limitare l'esposizione non avrà alcun effetto sull’iperpigmentazione già presente, può però aiutare a prevenire ulteriori macchie.
    • Applica sempre la protezione solare. Alla luce forte e diretta del sole indossa un cappello e metti abiti a maniche lunghe.
    • Non usare i lettini abbronzanti.
    • Limita il tempo all’aperto e non prendere il sole.
  2. 2
    Valuta se sono i tuoi farmaci i responsabili del problema. In molti casi non è affatto opportuno interrompere la cura di un farmaco solo perché provoca iperpigmentazione. Questa condizione è un effetto collaterale comune delle pillole anticoncezionali e di altri farmaci contenenti ormoni. Se è possibile cambiare il farmaco o smettere di prenderlo, è una cosa che puoi valutare con il tuo medico.
  3. 3
    Fai attenzione ai trattamenti professionali per la pelle. L'iperpigmentazione può derivare da traumi cutanei e può essere causata dalla chirurgia plastica e altri trattamenti professionali. Assicurati di fare una ricerca approfondita prima di decidere di sottoporti alla chirurgia plastica. Accertati che il tuo medico o il chirurgo abbia una grande esperienza.
    Pubblicità

Consigli

  • È molto importante consultare un dermatologo prima di fare dei trattamenti fai-da-te, in quanto alcune soluzioni possono danneggiare la pelle. Ci sono molte cause di iperpigmentazione. Ognuna richiede una specifica gestione e trattamento.
  • Le macchie dell’età sono il risultato dell’incapacità della pelle di proteggersi dai raggi del sole con l'avanzare degli anni. Spalma una crema solare protettiva ogni giorno, per evitare di peggiorare la situazione e ridurre le macchie già presenti. L'uso quotidiano di creme solari per tutta la vita può prevenire o ridurre le macchie dell’età quando si invecchia.
Pubblicità

Avvertenze

  • Il melasma può verificarsi a seguito di cambiamenti ormonali nelle donne in gravidanza e in quelle che assumono un contraccettivo ormonale. Se sono gli ormoni a causare la tua iperpigmentazione cutanea, non c'è altro modo di trattarla che aspettare che l’equilibrio ormonale si ristabilisca.





Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 16 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità