Come Trattare la Sensibilità Cutanea Associata alla Febbre

Scritto in collaborazione con: Erik Kramer, DO, MPH

La febbre è un segnale inviato dal corpo quando sta cercando di combattere qualche patologia, come un virus o un'infezione. Solitamente, è un sintomo di una malattia o problema specifico, come l'influenza, un colpo di calore, una scottatura solare, alcune infiammazioni, una reazione ai farmaci o altri ancora.[1] A prescindere che si tratti di semplice febbre o che sia sintomo di qualche malattia di fondo, potresti anche soffrire di sensibilità cutanea. Esistono tuttavia diversi rimedi per alleviare questo tipo di disagio e farti sentire meglio durante la convalescenza.

Parte 1 di 3:
Trattare la Sensibilità Cutanea

  1. 1
    Indossa abiti comodi di tessuto morbido e leggero.[2] Con questo si intende anche usare coperte e lenzuola altrettanto morbide quando dormi o riposi. Cerca di mettere pochi strati, se possibile.
  2. 2
    Abbassa la temperatura della stanza. Se è inverno e hai acceso l'impianto di riscaldamento, valuta di abbassare provvisoriamente la temperatura, per mantenere la casa più fresca durante il periodo di guarigione.[3]
    • Se non è inverno e non puoi ridurre la temperatura, accendi un ventilatore. Per sentirti ancora meglio, puoi anche spruzzare occasionalmente sul corpo dell'acqua nebulizzata mentre resti davanti al ventilatore.
  3. 3
    Fai un bagno o una doccia con acqua tiepida. La temperatura ideale dell'acqua dovrebbe essere di circa 30 °C. È meglio fare il bagno anziché la doccia, in modo da immergerti completamente nell'acqua, ma va bene anche la doccia, se non hai una vasca.[4]
    • Non fare il bagno o la doccia con acqua ghiacciata;
    • Non usare alcol denaturato nel tentativo di rinfrescare la pelle.
  4. 4
    Appoggia un asciugamano freddo o un impacco di ghiaccio sul collo.[5] Esistono diversi metodi per applicare qualcosa di abbastanza fresco su fronte, viso o nuca. Puoi mettere un asciugamano sotto il rubinetto dell'acqua fredda, avvolgere la borsa del ghiaccio o dei cubetti di ghiaccio in un panno o telo (questo metodo è efficace per un tempo maggiore) o anche bagnare un asciugamano e metterlo nel freezer prima di usarlo. Puoi anche usare un pacchetto di riso e metterlo nel congelatore. Ti basta versare del riso crudo in un sacchetto di tessuto oppure acquistare un impacco già pronto.
  5. 5
    Vai a letto indossando calzini bagnati. Prima di andare a dormire, immergi i piedi in acqua calda, metti quindi un paio di calze di cotone nell'acqua fredda e indossale. Metti un altro paio di calze più sottili sopra quelle bagnate e vai a letto.[6]
    • Questo metodo non è consigliato per le persone diabetiche, dato che non hanno una buona circolazione del sangue e hanno invece una ridotta sensibilità tattile nei piedi.
    • Alcune aziende di prodotti per la cura della pelle propongono delle creme a base di menta per i piedi. Quando vengono applicate, lasciano una sensazione di freschezza sulla pelle. Puoi usare uno di questi prodotti in forma di lozione, crema o gel, per sentirti più fresco durante tutto il giorno.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trattare la Febbre

  1. 1
    Prendi farmaci da banco. Se sei un adulto febbricitante, il medico solitamente consiglia di prendere il paracetamolo, l'ibuprofene o l'aspirina. Attieniti alle istruzioni riportate sul bugiardino, per sapere con esattezza il dosaggio e la posologia.[7]
    • Puoi assumere il paracetamolo e l'ibuprofene contemporaneamente o alternare l'assunzione dei due farmaci ogni 4 ore per gestire meglio la febbre. Chiedi sempre al tuo medico qual è la posologia adatta nel tuo caso prima di prendere due medicinali contemporaneamente.
  2. 2
    Prendi medicinali su prescrizione. Dato che la febbre può essere il sintomo di un'altra patologia di fondo, il dottore potrebbe prescriverti dei medicinali più forti per debellarla (per esempio gli antibiotici).[8] Assumi solo i farmaci che ti sono stati prescritti specificatamente per la tua situazione e prendili seguendo le indicazioni che ti sono state fornite dal medico o che sono riportate sulla confezione, per quanto riguarda la posologia.
  3. 3
    Bevi molti liquidi. La febbre causa disidratazione dell'organismo, ma se vuoi mantenerlo forte e in grado di combattere la malattia, devi assicurarti che sia ben idratato. Bevi la maggior quantità possibile di acqua o succhi, più spesso che puoi.[9]
    • Vanno bene anche i brodi chiari, dato che contengono alcuni sali in grado di tenere sotto controllo la disidratazione.
    • Un'alternativa ai semplici liquidi da bere consiste nel succhiare dei ghiaccioli o cubetti di ghiaccio. Dato che con la febbre il corpo è molto accaldato, questo rimedio può aiutarti a raffreddarti un po', almeno temporaneamente.
  4. 4
    Riposa molto. Se hai la febbre, significa che qualcosa non va nell'organismo. In questa situazione, il corpo ha bisogno di tutte le energie per combattere la malattia e non deve sprecarle per altre attività inutili. Senza contare che gli altri compiti che richiedono energie tendono ad aumentare la temperatura corporea e non è certo ciò di cui hai bisogno in questo momento![10] Rimani a letto o sul divano, non andare al lavoro o a scuola; non dovresti uscire, a meno che non sia strettamente necessario. Non devi neppure preoccuparti di svolgere determinate faccende finché non ti sentirai meglio.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenire Futuri Episodi di Febbre

  1. 1
    Lava le mani. L'igiene non è mai troppa! Dovresti lavarle soprattutto dopo essere stato in bagno e prima di mangiare. Dovresti anche prendere la sana abitudine di detergerle dopo essere stato in un ambiente pubblico, aver toccato le maniglie delle porte di locali pubblici, il pulsante degli ascensori o le ringhiere.[11]
  2. 2
    Non toccarti il viso. Le mani sono la connessione con il mondo esterno. Sfortunatamente, questo significa che molto probabilmente sono ricoperte di sporcizia, unto, batteri e altre sostanze a cui non vuoi nemmeno pensare, soprattutto prima di averle lavate.[12]
  3. 3
    Non condividere bottiglie, tazze o posate con altri individui. Questo è particolarmente importante se tu o l'altra persona siete spesso malati. Se vuoi restare al sicuro, dato che molte malattie sono contagiose anche quando la persona è asintomatica, dovresti evitare di condividere tutti gli oggetti che tocchi con la bocca.[13]
  4. 4
    Sottoponiti regolarmente ai vaccini. Assicurati di rispettare le scadenze per i richiami. Se non ricordi quando hai fatto l'ultimo, parlane con il medico; in alcuni casi è meglio fare un'iniezione prima del tempo, piuttosto che non farla affatto.[14] Questi vaccini aiutano a evitare molte malattie, come l'influenza o il morbillo, che tra i loro sintomi annoverano la febbre.
    • Tieni presente che quando un vaccino contiene il virus attivo, può provocare spesso alcuni sintomi temporanei, tra cui la febbre, nei giorni successivi all'iniezione. Parla con il medico per essere certo di conoscere questi possibili effetti collaterali.
    Pubblicità

Avvertenze

  • La temperatura "normale" del corpo è di 37 °C. Devi contattare il pediatra nei seguenti casi: se il tuo bambino ha da uno a tre mesi di età e manifesta una febbre di 38 °C; se ha da tre a sei mesi e la temperatura corporea è di circa 38,9 °C; se ha da sei mesi a due anni, la temperatura è maggiore di 38,9 °C e dura più di un giorno. Se il bimbo ha più di due anni, devi rivolgerti al medico quando presenta altri sintomi, oltre alla febbre. Per gli adulti, è necessario chiamare il medico quando la febbre è di circa 39,4 °C e dura più di tre giorni.[15]
  • Se sei preoccupato circa la temperatura del corpo, fatti visitare dal medico.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Erik Kramer, DO, MPH. Il Dottor Kramer lavora come Medico di Base alla University of Colorado ed è specializzato in controllo del peso, diabete e medicina interna. Si è diplomato in Osteopatia presso il Touro University Nevada College of Osteopathic Medicine nel 2012.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità