Come Trattare le Ustioni nei Bambini

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

Tuo figlio si è scottato? In tal caso devi essere in grado di valutare la gravità dell'ustione e trattarla di conseguenza. La maggior parte di queste lesioni minori può essere curata a casa, ma quelle gravi devono essere sottoposte all'attenzione di un medico. Quando c'è una vera e propria emergenza, chiama i soccorsi al 118.

Metodo 1 di 3:
Valutare l'Ustione

  1. 1
    Documentati sulle cause comuni di ustioni nei bambini. I liquidi caldi sono i primi responsabili di questi incidenti; l'acqua del bagno può essere troppo calda oppure il bimbo può mettere la mano sotto l'acqua corrente del rubinetto quando questa è molto calda.[1] Altre cause frequenti sono:
    • Prodotti chimici (diluenti per vernici, benzina o acidi forti);
    • Fiamme libere;
    • Vapore;
    • Oggetti roventi (vetro o metallo);
    • Elettricità;
    • Raggi ultravioletti (eccessiva esposizione al sole o alle lampade abbronzanti);
    • Abusi (questa possibilità deve essere sempre presa in considerazione con i bambini, quando ci sono dei dubbi in merito alle circostanze che hanno portato all'ustione).
  2. 2
    Valuta la gravità della lesione. Ci sono tre gradi per classificare le ustioni: primo, secondo e terzo grado.[2] Esamina la zona interessata per cercare di capire la severità del danno e decidere se portare o meno il piccolo all'ospedale.
    • Le ustioni di primo grado interessano solo lo strato più esterno della pelle, causano dolore, arrossamento e/o gonfiore. Queste lesioni non sono in genere preoccupanti e non devono essere trattate da un medico.
    • Quelle di secondo grado danneggiano anche alcuni strati più profondi, oltre all'epidermide. Causano la formazione di vesciche accompagnate da dolore, arrossamento e gonfiore. Quando sono più grandi di 5-8 cm, devono essere valutate immediatamente da un medico.
    • Le ustioni di terzo grado danneggiano tutti gli strati di pelle, che appare bianca oppure nera. La zona potrebbe essere insensibile ed è sempre necessario un intervento medico.
    • È importante prendere anche in considerazione la sede della bruciatura. Se ha colpito le mani, i piedi, il viso, i glutei, un'articolazione e/o i genitali, si tratta di una lesione più grave e, nel dubbio, deve essere sottoposta alla valutazione di un dottore.[3]
  3. 3
    Impara quando è opportuno cercare aiuto professionale. Quando l'ustione è grave, è indispensabile un trattamento medico tempestivo per una corretta guarigione. Devi portare il bambino in ospedale se:[4]
    • Pensi che si tratti di un'ustione di terzo grado;
    • La superficie interessata è ampia quanto il palmo della mano del bambino o maggiore;
    • Si tratta di un'ustione chimica o elettrica;
    • Al momento dell'incidente c'era del fumo che il bambino potrebbe avere inalato;
    • La piccola vittima mostra segni di shock (i sintomi sono alterazione della coscienza, pallore, vertigini o svenimento, debolezza, tachicardia, respirazione accelerata o difficoltosa). In questo caso chiama il 118;
    • Sospetti che la causa dell'ustione sia un abuso fisico;
    • Se la dinamica dell'incidente è dubbia, è meglio andare da un medico.
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Provare dei Trattamenti Casalinghi

  1. 1
    Metti la zona ustionata sotto l'acqua fredda. Se supponi che si tratti di una lesione minore che non necessita di attenzione medica immediata, bagna la zona del corpo interessata con acqua fredda. È meglio usare quella corrente, piuttosto che la borsa del ghiaccio, perché le temperature troppo basse possono danneggiare ulteriormente i tessuti.[5] Se ci sono più ustioni, valuta di mettere il bambino in un bagno di acqua fredda per trattare più aree contemporaneamente.
    • Tieni la pelle ustionata nell'acqua per almeno cinque minuti.[6] In base all'intensità del dolore, puoi continuare a tenere la pelle del bambino in ammollo oppure limitarti ad applicare un panno freddo per gestire la sofferenza e il gonfiore.
  2. 2
    Rassicura il bimbo.[7] Un'ustione è spesso un'esperienza spaventosa per un bambino piccolo. A volte il panico che manifesta (supponendo che si tratti di una bruciatura minore) è maggiore della gravità della lesione stessa. Questo è il motivo per cui una delle tue priorità deve essere quella di rassicurarlo, aiutandolo a restare calmo e gestire il dolore.
    • Per alleviargli la sofferenza fisica, puoi somministrargli del paracetamolo (Tachipirina) e/o l'ibuprofene (Brufen). Entrambi sono farmaci da banco che riducono il dolore e l'infiammazione.
    • Leggi la posologia sul bugiardino del medicinale e ricorda di dargli solo il dosaggio pediatrico.
  3. 3
    Pulisci delicatamente la pelle.[8] Prima di fasciare la lesione, ricorda di pulirla accuratamente con acqua e sapone. Devi essere molto delicato, per evitare ulteriori danni.
  4. 4
    Non rompere le piccole vesciche.[9] Le ustioni causano spesso la formazione di vesciche; in questo caso, devi consentire loro di guarire spontaneamente senza farle scoppiare. Se si aprono da sole, puliscile con acqua, sapone e applica una pomata antibiotica, prima di coprirle con una garza per evitare infezioni.
    • Non usare l'igienizzante per le mani o saponi aggressivi, evita inoltre l'alcol denaturato e l'acqua ossigenata.
  5. 5
    Prova una pomata idratante.[10] Dopo avere raffreddato la cute, puoi applicare una pomata idratante per alleviare il dolore, purché non ci siano vesciche aperte. La lozione o il gel di aloe vera lenisce la pelle scottata. Se hai uno di questi prodotti in casa, puoi usarlo tranquillamente oppure puoi acquistarlo in farmacia.
  6. 6
    Copri la pelle interessata con una medicazione sterile.[11] Così facendo, la proteggi dagli agenti patogeni ambientali e le permetti di guarire. Ricorda di cambiare la medicazione almeno una volta al giorno per mantenere pulita la ferita.
    • Se l'ustione è piccola, di primo grado e la pelle è integra, non c'è bisogno di coprirla.
  7. 7
    Tieni in considerazione quando hai sottoposto il bambino all'ultima vaccinazione antitetanica.[12] Se c'è una ferita aperta, il protocollo medico prevede la somministrazione di una iniezione contro il tetano. Tuttavia, se il bimbo è stato vaccinato, è immune dall'infezione per dieci anni e non ha bisogno di alcun richiamo. Se non sai con certezza se il bambino è stato vaccinato o non ricordi la data dell'ultima iniezione, chiama il pediatra per capire se è opportuno fare un richiamo.
    • Molti medici consigliano di fare un'iniezione antitetanica quando l'ultima vaccinazione è stata eseguita da più di cinque anni e il bimbo ha un'ustione di secondo o terzo grado.
  8. 8
    Incoraggia il bambino a non grattarsi.[13] Se strofina una lesione causata dall'ustione, può farla aprire ancora di più e aumentare il rischio di infezioni. Spiega al piccolo l'importanza di non toccare la ferita e mantienila coperta con una medicazione sterile come promemoria affinché non si gratti.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Scegliere il Trattamento Medico

  1. 1
    Vai al pronto soccorso.[14] Nel caso di ustioni gravi, inalazione di fumo o presenza di fuoco, porta la piccola vittima in ospedale il prima possibile. Tutte queste circostanze indicano un'emergenza che deve essere valutata dai medici. Per le ustioni meno gravi, di secondo grado, in certi casi è sufficiente recarsi dal pediatra.
    • Se temi che il bambino sia stato vittima di un abuso, è importante andare da un medico. Se non puoi fissare un appuntamento con il dottore il giorno stesso dell'incidente, vai al pronto soccorso, perché è fondamentale una valutazione professionale per capire la vera causa della lesione e per ottenere un referto ufficiale.
  2. 2
    Garantisci al bimbo un'idratazione adeguata.[15] Nei casi di gravi ustioni che richiedono attenzione medica, ti verrà consigliato di mantenere il bambino ben idratato mentre la lesione guarisce. In base alla gravità, questo danno alla cute può causare un'abbondante perdita di liquidi; potrebbe essere quindi necessario bere molta acqua e addirittura sottoporre il bambino a una reidratazione per via endovenosa.
  3. 3
    Ottieni un trapianto di pelle, se necessario.[16] Nei casi davvero molto gravi, quando l'ustione interessa un'ampia superficie di pelle, i chirurghi plastici possono procedere a trapianti di pelle, durante i quali dei lembi di cute sana vengono suturati sopra l'area ustionata per favorirne la guarigione. Questa procedura è riservata solo alle lesioni più gravi ed estese.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement