Come Trattare un'Infezione Oculare del Cane

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

I cani possono contrarre infezioni oculari di origine virale o batterica, che provocano prurito, gonfiore e arrossamento con possibile fuoriuscita di pus; questo tipo di infezioni può danneggiare gli occhi all'animale e causare persino la cecità. Porta il cane dal veterinario per ottenere una diagnosi ufficiale e delle cure mediche per evitare che l'infezione possa peggiorare.[1]

Parte 1 di 2:
Ottenere una Diagnosi dal Veterinario

  1. 1
    Chiedi al medico la differenza tra secrezioni e infezioni oculari. Sebbene la fuoriuscita di secrezioni e altri sintomi irritanti possano essere spiacevoli e creare disagio all'animale, non sono indizi certi di infezione; il cane potrebbe avere secrezioni a causa di qualche sostanza estranea, allergie, un graffio nell'occhio o per una patologia conosciuta come secchezza oculare. Potrebbe anche avere i dotti lacrimali ostruiti, un'ulcera o un tumore oculare o anche qualche malattia genetica che comporta la protrusione degli occhi o l'entropion.[2]
    • Il solo modo di sapere con certezza se il cane ha un'infezione è portarlo dal veterinario per un controllo.
  2. 2
    Lascia che il medico gli visiti gli occhi. Per prima cosa misurerà la temperatura corporea del cane e osserverà come cammina o si muove nella stanza; questo studio gli fa capire se soffre di qualche problema di vista a causa dell'infezione. Esaminerà inoltre l'occhio o gli occhi irritati usando un oftalmoscopio, uno strumento dotato di luce che permette di vedere la struttura degli occhi, oltre a possibili corpi estranei, tumori o anomalie.[3]
    • Il medico osserva inoltre gli occhi alla ricerca di malattie o disturbi, come gonfiore o paralisi, dopodiché controlla se la sclera o il tessuto del bulbo oculare sono arrossati e verifica se le secrezioni sono colorate o dense.
    • Verifica anche se il cane ammicca normalmente e se risponde ai movimenti davanti al suo muso, come una mano che viene spostata davanti ai suoi occhi; si accerta inoltre che le pupille reagiscano normalmente alla luce e al buio.
  3. 3
    Assicurati che il medico esegua i test agli occhi del cane. Può sottoporre l'animale a questi esami per confermare la presenza dell'infezione; i principali accertamenti sono:
    • Studio del segmento anteriore con fluoresceina: in questo esame il veterinario appoggia una striscia di carta trattata chimicamente sull'occhio del cane; la fluoresceina (la sostanza chimica) colora di verde le zone lesionate a causa di un graffio o un'ulcera.[4]
    • Test di Schirmer: misura la produzione lacrimale; si tratta di un test semplice e rapido che consiste nell'appoggiare una striscia sull'occhio per calcolare la quantità di lacrime. In questo modo, il veterinario può stabilire se la produzione è normale, se è notevolmente aumentata o diminuita a causa dell'infezione.[5]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Trattare l'Infezione

  1. 1
    Usa un panno caldo per pulire le secrezioni dagli occhi del cane. Devi togliere ogni materiale che si accumula attorno agli occhi infetti utilizzando un asciugamano leggermente riscaldato.
    • Tuttavia, non devi usare il panno per pulire gli occhi in sé, perché potresti graffiare i bulbi e anche danneggiarli.
  2. 2
    Risciacquagli gli occhi con una soluzione salina. Il sale aiuta a liberarli da sporcizia, batteri e riduce l'irritazione; usa un contagocce per instillare la soluzione tre o quattro volte al giorno.
  3. 3
    Somministragli gli antibiotici prescritti dal veterinario. Questi farmaci raccomandati dal medico aiutano a trattare l'infezione; possono essere sotto forma di gocce o pomata e dovresti applicarli sull'occhio malato tre o quattro volte al giorno.
    • Il veterinario potrebbe anche prescrivere farmaci per via orale, che dovresti somministrare al cane assieme al cibo.
    • Segui questa procedura quando devi dare i farmaci in gocce o in pomata all'animale:
      • Fatti aiutare da qualcuno che tenga fermo il cane;
      • Tieni ogni cosa a portata di mano;
      • Apri la palpebra al cane;
      • Avvicinati da dietro in modo che l'animale non scappi via;
      • Non toccargli la superficie dell'occhio con la punta del contagocce o del flacone;
      • Lascia che il cane ammicchi per diffondere il farmaco in tutto l'occhio;
      • Ripeti la procedura rispettando gli intervalli prescritti.
  4. 4
    Se il cane cerca di grattare o toccare gli occhi con la zampa, fagli indossare un collare elisabettiano. È importante proteggerli dal rischio di graffi o strofinamenti; se ti accorgi che vuole strofinarli con una zampa o contro qualche altra superficie, devi mettergli uno di questi collari per evitare che possa provocarsi ulteriori danni.
    • Non devi permettergli di tenere la testa fuori dal finestrino quando viaggiate in auto, perché gli insetti o altra sporcizia potrebbero entrargli negli occhi provocando infezioni e irritandoli ancora di più.
  5. 5
    Tienilo lontano da ambienti polverosi. Evita che rimanga in stanze o altre zone sporche quando è in convalescenza da un'infezione oculare. Dovresti inoltre impedirgli di esporsi ad ambienti polverosi proprio per non innescare qualche possibile infezione.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.
Categorie: Cani

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità