Come Trattare una Verruca a Casa

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

Le verruche sono delle neoformazioni benigne (non cancerose) della pelle che possono formarsi in qualunque parte del corpo, sebbene le aree più comuni siano il viso, le mani, i piedi e la zona genitale. Sono causate dal virus del papilloma umano (HPV) che colpisce la parte superficiale dell'epidermide attraverso dei piccoli tagli o abrasioni.[1] Le verruche sono contagiose e possono diffondersi attraverso il contatto diretto, in particolare se il soggetto ha il sistema immunitario debole. Può essere piuttosto difficile riuscire a liberarsi di questo fastidioso disturbo, ma esistono diversi potenziali rimedi casalinghi che puoi provare per liberartene.

Parte 1 di 2:
Trattare le Verruche a Casa

  1. 1
    Esfoliale con la pietra pomice. Una delle cose più semplici e meno costose che puoi fare per eliminare le verruche consiste nell'usare una pietra pomice. Si tratta di un materiale abrasivo naturale efficace, che raschia e leviga le escrescenze, soprattutto quelle che si trovano sotto i piedi (verruche plantari), che tendono a formare uno strato superficiale spesso e calloso.[2]
    • L'uso della pietra pomice è una maniera economica per eliminare le verruche dallo strato superficiale della cute, ma ricorda che queste hanno una "radice" più profonda. Pertanto, se ti limiti a esfoliare la verruca con la pietra pomice, ne elimini la maggior parte, ma dovrai applicare un'altra sostanza per distruggere la radice ed evitare recidive.
    • Prima di trattare la formazione cutanea con questo materiale abrasivo, immergi la cute circostante in acqua tiepida per circa 15 minuti, in modo da ammorbidirla; questo passaggio è particolarmente importante nel caso di verruche plantari, dato che sono coperte da uno strato calloso spesso.
    • Sii molto cauto, se usi la pietra pomice nella zona genitale, in quanto la pelle sul corpo del pene e sulle labbra vaginali è più sensibile e sottile. In questo caso, è meglio affidarsi a una limetta per unghie di carta.
    • Le persone che soffrono di diabete o di neuropatia periferica non devono usare la pietra pomice sulle mani o sui piedi, perché hanno una sensibilità tattile ridotta e potrebbero danneggiare i tessuti circostanti.
  2. 2
    Applica l'acido salicilico. Un'altra tecnica per eliminare la parte carnosa della verruca che si forma sulla superficie della cute (e la callosità delle verruche plantari) consiste in un preparato di acido salicilico da banco, che trovi in tutte le farmacie. Questa sostanza è un cheratolitico, ossia un prodotto in grado di dissolvere la cheratina (una proteina) presente sulla superficie della verruca e di qualunque callosità che la ricopre.[3] Saranno necessarie diverse settimane per riuscire a sbarazzarsi dell'escrescenza con questo metodo, quindi devi essere paziente.
    • I cheratolitici distruggono/irritano anche la pelle sana, quindi devi prestare molta attenzione durante l'applicazione di prodotti liquidi, in gel, pomate o anche cerotti. Prima di mettere l'acido salicilico (fino a due volte al giorno), tieni in ammollo la pelle circostante e lima la maggior parte della verruca con la pietra pomice o una limetta per unghie, in modo che il farmaco penetri meglio nella radice.
    • I prodotti contenenti acido salicilico sono a base di acido dicloroacetico (o tricloroacetico), che brucia la parte visibile della verruca. Tuttavia, devi prestare attenzione a non applicarli sulla pelle sana.
    • Per la maggior parte delle verruche, puoi acquistare e usare una soluzione al 17% o un cerotto con una percentuale di acido salicilico del 15%.[4]
    • Le verruche non sono considerate una patologia che richiede attenzione medica e non hanno bisogno di alcun trattamento, soprattutto se non sono dolorose; a volte, infatti, spariscono da sole.
  3. 3
    Prova la crioterapia. Questa procedura consiste nel congelare la zona interessata e viene usata spesso da medici di famiglia o dermatologi per sbarazzarsi delle verruche. Tuttavia, puoi trovare nelle farmacie alcuni kit da banco contenenti azoto liquido (in forma liquida o spray) che puoi usare a casa, come Freeze Away del Dr. Scholl.[5] Inizialmente, l'azoto liquido lascia una vescica attorno alla verruca, ma dopo circa una settimana questa si stacca insieme alla verruca stessa. In genere, sono necessarie diverse applicazioni per impedire recidive. Per rendere la crioterapia ancora più efficace, dovresti levigare la verruca con la pietra pomice o con qualcosa di simile, prima di applicare il prodotto a base di azoto liquido.
    • Questa procedura sembra piuttosto dolorosa, ma non è così terribile come si può pensare. Solitamente, viene usata dai medici (in dosaggi più forti) sui bambini per rimuovere le verruche e altre neoformazioni benigne dalla pelle.
    • L'azoto liquido può lasciare una cicatrice sulle pelli chiare oppure causare delle macchie scure sulle persone dalla carnagione scura, pertanto devi essere molto cauto quando lo applichi sulle verruche.
    • L'applicazione del ghiaccio è una forma di crioterapia usata in caso di strappi o contratture muscolari, ma non provare a congelare le verruche con i cubetti di ghiaccio, in quanto non è un metodo efficace e ti provocherebbe solo delle ustioni da freddo.
  4. 4
    Copri la verruca con del nastro adesivo. Ci sono diverse prove aneddotiche (e alcune ricerche) da cui si evince che l'applicazione regolare di nastro adesivo sulle verruche normali e quelle plantari sia un metodo efficace, sebbene resti ancora un mistero il motivo di tale risultato.[6] Uno studio effettuato nel 2002 ha rilevato che l'85% delle persone che hanno usato il nastro adesivo è riuscito a liberarsi delle verruche entro 28 giorni, un risultato migliore rispetto alla crioterapia.[7] Pertanto, copri la verruca con del nastro adesivo argentato, in seguito toglilo, strofina la pietra pomice per eliminare il tessuto morto e controlla se si riforma. Probabilmente, dovrai ripetere il processo diverse volte, ma dato che si tratta di un metodo poco costoso, facile da applicare e con minimi rischi, in definitiva vale la pena fare un tentativo.
    • Pulisci la pelle con alcol denaturato e attacca un pezzetto di nastro adesivo sulla verruca. Lascialo in posizione per 24 ore prima di sostituirlo con un pezzo nuovo; ripeti la procedura per una settimana alla volta (fino a 6 settimane, se necessario). Assicurati di strofinare sempre la verruca con la pietra pomice e di pulirla con alcol prima di mettere il nuovo nastro adesivo.
    • Alcune persone hanno riscontrato che altri nastri adesivi non porosi, come quello isolante, sono altrettanto efficaci per le verruche plantari e quelle comuni.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Usare Rimedi Erboristici

  1. 1
    Applica l'aceto di mele. Ci sono prove aneddotiche che dimostrano che questo prodotto (derivante dalle mele fermentate) offre numerosi benefici per la salute, uno dei quali è proprio quello di eliminare le verruche di ogni tipo. L'aceto di mele contiene acido citrico e un'alta percentuale di acido acetico dalle proprietà antivirali (uccide il HPV e altri virus).[8] Tuttavia, entrambi i suoi componenti possono irritare i tessuti sani, quindi devi essere molto cauto quando lo applichi. Bagna un batuffolo di cotone con il liquido e applicalo sulla verruca, quindi coprilo con un cerotto per tutta la notte; sostituiscilo il giorno successivo. Dovrai aspettare diversi giorni prima di notare miglioramenti significativi.
    • Tieni presente che all'inizio l'aceto di mele può causare un lieve bruciore o gonfiore sulla pelle circostante la verruca, ma in genere scompare velocemente. Dopo averlo applicato per una settimana circa, l'escrescenza dovrebbe iniziare a diventare di colore scuro e in seguito cadere. Presto si formerà un nuovo strato di epidermide al suo posto.
    • Anche l'aceto bianco contiene acido acetico, ma non ha lo stesso effetto dell'aceto di mele; sono necessarie ulteriori ricerche per comprenderne le ragioni.
  2. 2
    Prova l'estratto d'aglio. L'aglio è un vecchio rimedio casalingo che viene usato da sempre per molti disturbi, sebbene alla fine si sia scoperto che le sue forti proprietà antimicrobiche sono dovute alla sostanza chimica in esso contenuta, l'allicina, che è in grado di uccidere diversi microrganismi, compresi i virus come l'HPV.[9] Prendi uno spicchio d'aglio crudo o acquistane l'estratto e applicalo sulla verruca un paio di volte al giorno, per una o due settimane. Una volta in posizione, coprilo con un cerotto per diverse ore finché non dovrai sostituirlo. Valuta di applicarlo la sera prima di andare a dormire, così l'allicina ha il tempo di penetrare nella verruca in profondità e raggiungere la radice.
    • In uno studio del 2005 si è scoperto che l'estratto di aglio è in grado di guarire completamente le verruche dopo alcune settimane di trattamento e non si sono riscontrate recidive neppure dopo 4 mesi.[10]
    • Un'alternativa, anche se meno efficace, consiste nell'assumere per via orale delle capsule di aglio raffinato, che attaccano il virus dal sistema sanguigno.
  3. 3
    Valuta di usare l'olio essenziale di Thuja. Si tratta di un olio derivato dalle foglie e radici del cedro rosso occidentale; è un antico rimedio ayurvedico molto popolare per trattare diverse malattie e disturbi, grazie alle sue proprietà antivirali. È diventato un trattamento fitoterapico e omeopatico molto diffuso per curare tutti i tipi di verruche. Contiene un composto che può stimolare determinate cellule del sistema immunitario che sono in grado di sconfiggere e uccidere quelle infette o il virus; può quindi essere di aiuto per distruggere il virus del papilloma umano ed eliminare le verruche.[11] Applica l'olio di Thuja direttamente sulla formazione cutanea, lascialo assorbire per alcuni minuti e poi copri la pelle con un cerotto. Ripeti due volte al giorno fino a un paio di settimane. Tuttavia, ricorda che in genere questo prodotto è abbastanza forte e può irritare facilmente la pelle sensibile; è un dettaglio piuttosto importante da ricordare quando devi applicarlo alla zona genitale.
    • Se devi applicarlo sulla pelle sensibile, valuta di diluirlo con un altro olio minerale o quello di fegato di merluzzo.
    • L'olio di Thuja viene raccomandato spesso per le verruche particolarmente ostinate, che resistono agli altri trattamenti. Anche in questo caso, devi applicarlo ogni giorno per uno o due mesi prima di vedere dei risultati soddisfacenti.
    • Il principio attivo è disponibile anche in compresse omeopatiche, presenti in formato sublinguale (cioè che si sciolgono sotto la lingua), che puoi assumere due volte al giorno. Queste pillole sono piccole e insapori e contengono solo quantità molto ridotte di estratto di Thuja; tuttavia, sono molto efficaci su alcuni individui.
  4. 4
    Usa l'olio di melaleuca. Questo olio viene estratto dall'albero melaleuca alternifolia e, quando viene applicato sulle verruche, si dimostra molto efficace, seppure non tanto quanto l'aceto di mele, l'estratto di aglio o l'olio di Thuja. Proprio come gli altri rimedi, l'olio di melaleuca contiene principi attivi antimicrobici che sono in grado di uccidere i virus come l'HPV; tuttavia, non è in grado di penetrare i tessuti tanto rapidamente quanto le sostanze erboristiche descritte in precedenza.[12] Si ritiene che questo olio rafforzi le difese immunitarie, un fenomeno importante per prevenire nuovi contagi del virus del papilloma umano. Inizia applicando due o tre gocce di olio di melaleuca sulla verruca, due volte al giorno, per almeno tre o quattro settimane e verifica i risultati. Per incrementarne l'efficacia, ricordati di esfoliare la parte carnosa dell'escrescenza con la pietra pomice o un materiale abrasivo analogo.
    • Questo olio è stato un rimedio antinfiammatorio e antibatterico molto utilizzato per generazioni sia in Australia sia in Nuova Zelanda, ma nell'ultimo decennio si sta diffondendo anche in Europa.
    • L'olio di melaleuca può irritare e innescare reazioni allergiche cutanee in alcune persone, soprattutto in coloro con la pelle sensibile, sebbene siano casi piuttosto rari.
    Pubblicità

Consigli

  • Evita il contatto diretto con le verruche, anche con quelle che si trovano sul tuo stesso corpo, per evitare che si diffondano in altre zone.
  • Non usare sulle unghie e pelle sane la stessa pietra pomice che utilizzi per le verruche.
  • Lava con cura le mani dopo avere toccato le tue o altrui verruche.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità