Come Trovare il Numero di Protoni, Neutroni ed Elettroni

Protoni, neutroni ed elettroni sono le tre particelle principali che costituiscono un atomo. Proprio come i loro nomi suggeriscono, i protoni hanno carica positiva, gli elettroni hanno carica negativa e i neutroni hanno una carica neutra. La massa degli elettroni è davvero molto piccola, mentre quella di neutroni e protoni è praticamente identica. Per trovare il numero di elettroni, protoni e neutroni di un atomo basta usare le informazioni che trovi sulla tavola periodica degli elementi.

Parte 1 di 2:
Trovare il Numero di Protoni, Elettroni e Neutroni
Modifica

  1. 1
    Procurati una tavola periodica degli elementi. È una tabella che organizza gli elementi in base alla loro struttura atomica. Segue un criterio basato sui colori e assegna a ogni elemento un simbolo composto da una, due o tre lettere. Le altre informazioni evidenziate sono il peso atomico e il numero atomico.
    • Puoi trovarne una copia online oppure nei libri di testo di chimica.
  2. 2
    Trova sulla tavola periodica l'elemento che stai studiando. Gli elementi sono disposti seguendo l'ordine di numero atomico e sono separati in tre famiglie principali: metalli, non metalli e metalloidi (o semi-metalli). Si può procedere a un'ulteriore suddivisione in metalli alcalini, alogeni e gas nobili.
    • Usando i gruppi (le colonne) e i periodi (le righe) della tabella, puoi trovare l'elemento che ti interessa senza alcuna difficoltà.
    • Se non conosci le altre proprietà dell'elemento, puoi fare una ricerca per simbolo.
  3. 3
    Individua il numero atomico. Viene mostrato nella casella dell'elemento, nell'angolo in altro a sinistra e indica il numero di protoni presenti in un singolo atomo dell'elemento.
    • Per esempio, il boro (B) ha un numero atomico pari a 5, per cui ha 5 protoni.
  4. 4
     Determina il numero di elettroni. I protoni sono particelle positive che concorrono alla formazione del nucleo. Gli elettroni, invece, sono particelle con carica negativa. Di conseguenza, un atomo in condizioni neutre avrà lo stesso numero di protoni ed elettroni.
    • Per esempio, il boro (B) ha un numero atomico pari a 5, per cui ha 5 protoni e 5 elettroni.
    • Tuttavia, se l'elemento include uno ione positivo o negativo, allora protoni ed elettroni non saranno in pari misura e avrai bisogno di calcolarne il numero. La carica elettrica viene indicata con un piccolo numero in apice dopo il simbolo dell'elemento.
  5. 5
    Trova la massa atomica dell'elemento, ne avrai bisogno per poter calcolare il numero di elettroni. Questo valore (detto anche peso atomico) indica la massa media degli atomi di un elemento, calcolata usando la relativa abbondanza degli isotopi. Puoi trovare questo numero sotto il simbolo dell'elemento all'interno della sua casella.
    • Assicurati di arrotondare il valore della massa atomica al numero intero più vicino. Ad esempio, la massa atomica del boro è 10,811 e puoi arrotondare a 11.
  6. 6
    Sottrai il numero atomico da quello di massa. Dato che gli elettroni hanno una massa davvero molto piccola, la maggior parte della massa di un atomo è data da quella di protoni e neutroni. Puoi conoscere il numero di protoni grazie al numero atomico e ti basta sottrarre questo valore dal numero di massa per trovare il numero dei neutroni.
    • Considerando sempre l'esempio del boro: 11 (numero di massa) – 5 (numero atomico) = 6 neutroni.
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Ricavare il numero di Elettroni dagli Ioni
Modifica

  1. 1
    Determina il numero degli ioni. Tale valore viene indicato con un piccolo numero in apice dopo il simbolo dell'elemento. Uno ione è un atomo che ha carica positiva o negativa dovuta dall'aggiunta o sottrazione degli elettroni. Nonostante il numero di protoni e neutroni resti costante, in questo caso cambia quello degli elettroni.
    • Poiché gli elettroni hanno carica negativa, quando li rimuovi ottieni uno ione positivo. Quando aggiungi elettroni, generi uno ione negativo.
    • Per esempio, N3- possiede carica -3 mentre Ca2+ ha una carica +2.
    • Tieni a mente che non è necessario effettuare il calcolo se non è presente alcun numero in apice dopo l'elemento.
  2. 2
    Sottrai la carica dal numero atomico. Quando uno ione ha una carica positiva, l'atomo ha perso elettroni. Per calcolare il numero di quelli restanti, devi sottrarre il valore della carica in più dal numero atomico. Nel caso di uno ione positivo, ci sono più protoni che elettroni.
    • Ad esempio, Ca2+ possiede carica +2, quindi ha perso 2 elettroni rispetto all'atomo in stato neutro. Il numero atomico del calcio è 20, per cui lo ione ha 18 elettroni.
  3. 3
    Somma la carica al numero atomico, se stai considerando uno ione negativo. In questo caso sei di fronte a un atomo che ha guadagnato elettroni. Per trovare il numero corrente di elettroni, ti basta sommare il valore assoluto della carica al numero atomico. Negli ioni negativi ci sono più elettroni che protoni.
    • Per esempio, N3- possiede carica -3, per cui ha guadagnato 3 elettroni rispetto allo stesso atomo in condizioni neutre. Il numero atomico dell'azoto è 7, per cui lo ione ha 10 elettroni.
    Advertisement

Hai trovato utile questo articolo?

No