Come Usare la Polvere di Talco in Maniera Sicura

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

La polvere di talco è un composto inorganico formato da minerali, soprattutto magnesio, silicio, idrogeno e ossigeno finemente triturati. Dato che è in grado di assorbire l'acqua, viene usata come essiccante e contro le abrasioni da sfregamento.[1] Trova impiego anche nella fabbricazione dei cosmetici e di altri prodotti per la cura del corpo proprio per le sue proprietà assorbenti; nell'industria farmaceutica viene utilizzata per evitare che le compresse si attacchino le une alle altre. Impara a usare questa sostanza in maniera sicura per garantire la tua salute e quella della tua famiglia.

Metodo 1 di 3:
Trovare Modi Sicuri per Utilizzare la Polvere di Talco

  1. 1
    Usala per contrastare l'irritazione maschile. La polvere di talco può essere usata senza problemi dagli uomini per evitare la sudorazione e le abrasioni nella zona genitale e non è stata correlata a nessuna forma di cancro di questa parte del corpo.[2] Se hai qualche problema dermatologico con screpolature e altre irritazioni da attrito, il talco aiuta a mantenere la zona asciutta.
    • Se sei un uomo che lo applica sui genitali, non farlo prima di un rapporto sessuale con una donna, perché questa sostanza potrebbe avere qualche relazione di causa-effetto con il cancro alle ovaie e non dovresti esporre la partner a tale rischio. Lava via la polvere prima di un rapporto intimo o valuta soluzioni alternative.[3]
  2. 2
    Applica dei cosmetici a base di talco. Ci sono poche prove che dimostrano gli effetti negativi dell'uso di questi prodotti e l'Unione Europea regolamenta il loro contenuto di talco.[4]
    • Studi recenti condotti dalla FDA non hanno riscontrato tracce di amianto nei cosmetici a base di talco.
    • Tale sostanza viene impiegata per la produzione di ciprie, ombretti e fard.
  3. 3
    Applica la polvere con parsimonia. Se la diffondi sul corpo, non esagerare, evita di ricoprirti con uno spesso strato e sceglila solo quando non ci sono altre soluzioni, prestando tuttavia molta attenzione.
    • Scuoti la confezione delicatamente per far uscire solo piccole dosi di prodotto; non diffonderne molto nell'aria, perché spargi nell'ambiente le spore di talco che causano problemi respiratori quando vengono inalate.
  4. 4
    Se sei una donna, non applicare la polvere di talco sulla biancheria intima. È stata correlata al cancro ovarico e il rischio si manifesta quando entra nella vagina risalendo fino alle ovaie stesse. La ricerca è giunta a risultati contrastanti, ma la maggior parte dei medici ne sconsiglia l'uso sui genitali.[5] Un'esposizione prolungata alla sostanza sembra essere il rischio maggiore di cancro alle ovaie; se sei quindi una donna, evita di cospargerla sulla biancheria, per evitare che resti sulla pelle per tanto tempo.[6]
    • Le donne non dovrebbero metterla su assorbenti, diaframmi, preservativi o direttamente sui genitali.
  5. 5
    Evita di inalarla. Quando viene inspirata, può causare numerosi problemi di salute e, ovviamente, anche di carattere respiratorio. Se vuoi usare il talco in polvere, devi impegnarti a non farlo entrare nei polmoni.[7]
    • Non è un compito facile, perché è una sostanza molto fine, puoi però utilizzarla in dosi minime per circoscrivere il problema.
    • Non agitare il contenitore con vigore, sii delicato e non diffondere la polvere nell'aria.
    • Inalare dosi significative di talco può causare un tipo di polmonite chimica che è considerata un'emergenza sanitaria.
  6. 6
    Non cospargere direttamente il corpo di un bambino. La polvere di talco si trova in molti prodotti per l'igiene dei neonati e, se decidi di utilizzarli, evita di spolverarli sulla pelle del piccolo; allontanati da lui, metti un po' di polvere sulle mani e strofinale sul suo corpo.[8]
    • Assicurati di agitare la confezione lontano dal suo viso. Le preoccupazioni maggiori per l'uso del talco sui bambini sono gli effetti negativi causati dalla sua inalazione.
  7. 7
    Conserva tutta la polvere in un contenitore a prova di bambino. Se tieni il talco in casa, riponilo lontano dalla portata dei bimbi e in un recipiente con un tappo ben serrato. Dovresti anche valutare di metterlo in un contenitore con chiusura di sicurezza, nel caso tuo figlio riuscisse a trovarlo.[9]
    • I bimbi tendono a far uscire il talco dal recipiente diffondendo nell'aria le particelle pericolose per inalazione; conservando il prodotto in un luogo sicuro minimizzi questo rischio.
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Usare Alternative

  1. 1
    Prova l'amido di mais o di tapioca. Entrambi rappresentano delle alternative alla polvere di talco perché assorbono l'umidità e proteggono la pelle dalle screpolature. Puoi acquistarli nei supermercati; alcune aziende di prodotti per l'igiene dei neonati propongono delle "polveri di talco" sicure a base di amido.
    • Gli amidi di mais e di tapioca rappresentano però un "alimento" per i batteri e i lieviti della pelle, soprattutto per la Candida; se tu o tuo figlio avete un'eruzione cutanea da lievito, non applicare questi prodotti, perché peggioreresti la situazione.[10] Questi problemi dermatologici sono più frequenti nelle pieghe della pelle della zona inguinale e delle cosce.
    • Se sei preoccupato per l'uso dei trucchi a base di talco, puoi trovare ciprie, ombretti e fard realizzati con amido di mais.
  2. 2
    Prova altri tipi di polveri. Se non vuoi usare gli amidi, prova altre sostanze; alcune farine rappresentano delle valide alternative.[11]
    • Le polveri di riso e di ceci assorbono l'umidità e mantengono la pelle asciutta, rappresentando così delle ottime sostitute dell'amido di mais o del talco.
    • Prova la farina di mais o quella di avena: sono perfette per assorbire l'umidità.
    • Puoi acquistarle nei supermercati e nei negozi di alimentari; ricorda di conservarle in recipienti ermetici per mantenerne la freschezza.
  3. 3
    Aggiungi qualche erba ridotta in polvere. Se stai utilizzando delle sostanze alternative al talco, prova le erbe finemente tritate, come la lavanda, i petali di rosa e i fiori di camomilla, che sono in grado di lenire e deodorare l'epidermide.[12]
    • Ricorda di macinare il materiale vegetale fino a ridurlo in polvere; puoi usare un macinino per caffè o per le spezie; prima di applicarlo, setaccialo per separare i pezzi grandi.
  4. 4
    Prepara una polvere casalinga. Puoi mescolare diversi prodotti alternativi per realizzare una miscela personalizzata; inoltre, puoi utilizzare la fecola di maranta e la caolinite bianca come sostanze di base.[13]
    • Mescola queste due polveri in parti uguali, aggiungi tre gocce di olio essenziale di lavanda per ogni 120 g di miscela in polvere e mescola con cura.
    • Puoi sostituire la fecola di maranta e la caolinite bianca con qualunque altra sostanza alternativa al talco; ad esempio, unisci 100 g di polvere di riso con 100 g di farina d'avena.
    • Se vuoi applicare il prodotto su un neonato o hai la pelle sensibile, puoi optare per le erbe secche al posto degli oli essenziali.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Comprendere i Rischi dell'Uso della Polvere di Talco

  1. 1
    Informati in merito alla correlazione fra talco e cancro ovarico. Uno studio recente è giunto alla conclusione che, sebbene sia un'evenienza rara, l'uso frequente di questa sostanza nella zona genitale femminile aumenta il rischio di cancro alle ovaie del 20-30%.[14] Un giudizio espresso in una causa legale ha confermato le stesse supposizioni.[15][16]
    • In linea generale, l'utilizzo di questa sostanza rappresenta un rischio minimo di cancro alle ovaie, se confrontato con l'obesità, la terapia ormonale sostitutiva e la familiarità per la patologia, ma si tratta comunque di un pericolo reale.
    • La IARC - una divisione dell'Organizzazione mondiale della sanità - annovera il talco fra le possibili sostanze cancerogene.[17]
  2. 2
    Conosci i rischi dell'uso del talco sui bambini. Viene impiegato per la produzione di parecchie polveri per neonati e rappresenta un rischio concreto per la salute di tuo figlio. Il pericolo maggiore è quello che deriva dall'inalazione delle particelle di talco, soprattutto se si tratta di un neonato.[18]
    • Inalare questa sostanza provoca tosse, irritazione oculare e della gola, difficoltà respiratorie, dispnea, respirazione superficiale, dolore toracico, insufficienza polmonare, diarrea, vomito e perfino problemi urinari e circolatori; nei casi gravi si manifesta la febbre e il bambino può entrare in coma.
    • Puoi usare delle polveri senza talco, delle alternative naturali o evitare completamente di applicare questo genere di prodotti e passare a creme o pomate.
  3. 3
    Comprendi la connessione fra talco e amianto. Nei decenni scorsi, le polveri di talco contenevano anche l'amianto, una sostanza notoriamente cancerogena; attualmente, la Comunità Europea e gli Stati Uniti ne vietano l'utilizzo, avendolo inserito nella lista dei prodotti tossici e contaminanti.[19]
    • Fin dagli anni sessanta, si sono sollevate alcune preoccupazioni in merito alle polveri di talco contaminate con amianto e sono state associate al cancro, soprattutto ovarico, nelle donne che applicavano il prodotto nell'area genitale.
    • Recentemente, è stato condotto uno studio dalla FDA per monitorare le polveri di talco grezzo per uso cosmetico e i prodotti per l'igiene a base di questa sostanza alla ricerca di contaminazione da amianto.[20] Il processo ha richiesto un anno di tempo e i risultati non hanno evidenziato la presenza della sostanza tossica.
    • Tuttavia, la FDA ha potuto testare solo quattro fornitori differenti e un numero maggiore di prodotti per l'igiene personale; di conseguenza, i dati hanno un valore informativo, ma non sono considerati conclusivi.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.
Categorie: Altro
  1. http://www.webmd.com/parenting/baby/diapering-a-baby-13/expert-answers
  2. http://mom.me/baby/29228-16-talc-free-alternatives-baby-powder/
  3. http://www.diynatural.com/homemade-baby-powder-natural/
  4. http://www.diynatural.com/homemade-baby-powder-natural/
  5. Ness, R., DOES TALC EXPOSURE CAUSE OVARIAN CANCER? International Journal of Gynecological Cancer, 25, pg.51, 2015.
  6. Daniel, W. Cramer. "Opinion on the Relationship between Ovarian Cancer and Cosmetic Talc Powder Use.Causality and Relevance to the Case of Ms. Deane Berg.Civil Action Number 4:09-CV-04179-KES" 2011.
  7. Cramer DW, Vitonis AF, Terry KL, Welch WR, Titus LJ. The association between talc use and ovarian cancer: a retrospective case-control study in two US states. Epidemiology (Cambridge, Mass.). 2015 Dec.
  8. https://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol93/mono93.pdf
  9. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/002719.htm
  10. Ness, R., DOES TALC EXPOSURE CAUSE OVARIAN CANCER? International Journal of Gynecological Cancer, 25, pg.51, 2015.
  11. http://www.fda.gov/Cosmetics/ProductsIngredients/Ingredients/ucm293184.htm

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement