Come Uscire di Nascosto da Scuola senza Essere Scoperto

Non è un'impresa facile sgattaiolare fuori dalla scuola senza essere scoperti. La cosa più importante è conoscere bene la pianta dell'edificio e gli orari migliori per svignarsela passando inosservati. Tuttavia, assicurati che ne valga pena. Se hai intenzione di portare a termine il tuo piano, sappi che potresti metterti nei guai con i tuoi genitori e la direzione scolastica.

Parte 1 di 3:
Pianificare la Fuga

  1. 1
    Studia l'ambiente. Se hai intenzione di uscire di nascosto da scuola, devi conoscere bene la struttura. In questo modo, potrai escogitare un piano di fuga per non rischiare di essere scoperto.
    • Fai attenzione alle telecamere. Molti istituti scolastici hanno telecamere di sicurezza installate intorno all'edificio, soprattutto nei pressi degli accessi e delle uscite. Quindi, individua i posti in cui si trovano e scopri il modo migliore per non essere ripreso. Ad esempio, se noti una videocamera di sorveglianza vicino all'uscita anteriore, puoi utilizzare alberi e altri arbusti per evitare di farti riprendere.[1]
    • Impara tutte le possibili uscite dell'edificio. Potrebbero stare nei in posti più impensabili, come nello spogliatoio o nel seminterrato. Trovane una poco frequentata. È meno probabile che ti imbatterai in un insegnante o un altro studente se esci da un accesso meno trafficato.[2]
    • Fai attenzione alle finestre. Devi sapere dove sono situate tutte le finestre della scuola. Non serve a niente aggirare le telecamere se poi vieni visto da un docente mentre stai scavalcando una finestra.[3]
  2. 2
    Trova il momento giusto. Lora è importante quanto il percorso di fuga. Perciò, cerca di capire qual è il momento più indicato per svignartela.
    • Nota quando le uscite sono solitamente più affollate. Per esempio, se ce n'è una vicino alla palestra, forse non ti conviene usarla quando una classe sta finendo la lezione di educazione fisica. Tuttavia, puoi sgattaiolare via più facilmente mentre i ragazzi stanno facendo ginnastica, quando le porte sono chiuse ed è poco probabile che ti vedano.[4]
    • Se è consentito agli alunni delle classi superiori di uscire dall'edificio per il pranzo, ma sei ancora al biennio, potresti filartela di nascosto confondendoti tra i ragazzi più grandi. Nessuno saprà che sei uscito né ti aspetterà quando lo spacco per il pranzo sarà terminato.[5]
    • In alcune circostanze può essere più facile uscire. Se sei in biblioteca e nessun professore è particolarmente attento, potresti uscire di nascosto in questo frangente senza che nessuno ti noti.[6]
  3. 3
    Stabilisci il percorso da seguire quando sei per strada. Una volta uscito, la tua missione non è conclusa. Devi scegliere un tragitto che ti permetta di sparire completamente. In alternativa, puoi andare in una direzione molto trafficata. In questo modo, se qualcuno ti vede, non ti riconoscerà o non si renderà conto che non dovresti trovarti in quel posto.
    • Potresti sgusciare via quando una classe cambia aula. In questo modo, riuscirai a confonderti tra i ragazzi.
    • Potresti anche prendere un percorso meno affollato finché non sarai più nei paraggi della scuola. Ad esempio, se l'edificio è ubicato vicino a un bosco, potresti andare in quella direzione.[7]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Svignartela

  1. 1
    Mantieni la calma. Se vai nel panico mentre esci di nascosto da scuola, potresti dimenticare alcuni dettagli. Quindi, malgrado la tensione mantieni il sangue freddo per evitare di essere scoperto.
    • Impara a "mettere il pilota automatico". Se presti molta attenzione ai tuoi movimenti quando sei nervoso, rischi di mandare all'aria il tuo piano. Quindi, fai qualche moltiplicazione in mente o canta qualche canzone mentre attraversi l'edificio. In questo modo, eviterai di inciampare o camminare in modo innaturale, rischiando di attirare l'attenzione.[8]
    • Respira normalmente. Quando le persone si agitano, faticano a respirare o hanno l'affanno. Se hai queste reazioni, qualcuno potrebbe insospettirsi e pensare che stai nascondendo qualcosa. Quindi, respira normalmente. Se noti che hai difficoltà, fermati un momento per calmarti.[9]
    • Cerca di ignorare i segnali del panico o trova un altro modo per interpretarli. Pensa che le mani sudate e la tachicardia non ti impediranno di portare a termine la tua missione, ma che ti stai assumendo un rischio e che sei intento in qualcosa di divertente ed emozionante.[10]
  2. 2
    Cammina spedito, ma non correre. Una volta che ti sei lasciato alle spalle gli insegnanti, procedi. Ti conviene procedere con passo rapido e tranquillo anziché correre velocemente fuori dall'edificio. Cammina un po' più veloce del normale, senza affrettarti o fare qualcosa che potrebbe richiamare l'attenzione. Sii pronto a prendere una via di accesso o una scala vuota se hai l'impressione che qualcuno stia venendo nel corridoio. Assicurati di non dirigerti in una zona in cui ci sono le telecamere.
  3. 3
    Stai attento anche quando sei uscito. Una volta fuori scuola, continua a essere prudente finché non ti sarai allontanato. Presta attenzione alle finestre, alle telecamere, agli insegnanti e ai compagni. Segui la via di fuga che hai studiato per non incappare in brutti imprevisti.
  4. 4
    Pensa a dove andare quando sei fuori. Una volta che sei abbastanza lontano da scuola, non gettare al vento la prudenza. Cerca di non dare nell'occhio per il resto della giornata. Non farti vedere dai tuoi genitori, dagli amici dei tuoi e da nessun funzionario scolastico che si sta godendo una pausa o un giorno di riposo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Gestire la Situazione Dopo la Fuga

  1. 1
    Adotta qualche precauzione se decidi di rientrare a scuola. Se vuoi svignartela solo per qualche ora, sii cauto anche al ritorno. Cerca di escogitare un percorso che ti permetta di evitare le telecamere e usare gli ingressi meno trafficati. Se hai condotto con successo la tua fuga, non devi essere scoperto mentre stai rientrando.
  2. 2
    Inventa una scusa. La maggior parte delle scuole registra la presenza degli alunni. Se te ne vai di nascosto e la tua uscita non viene registrata, i tuoi genitori potrebbero essere avvisati. Quindi, trova una scusa per la tua assenza temporanea.
    • Prova a fare una finta telefonata. Puoi chiamare la scuola da una cabina telefonica o dal tuo cellulare e fingere di essere tuo padre o tua madre. Tuttavia, fai attenzione. Chi ti risponde può farti alcune domande per sincerarsi dell'identità del chiamante o riconoscere che sei un ragazzo dal tono della voce.[11]
    • Puoi anche inviare un'e-mail alla scuola simulando che sia stata scritta dai tuoi genitori. Apri un indirizzo di posta elettronica utilizzando il nome e il cognome di tuo padre o tua madre. Tuttavia, non è detto che questo metodo sia efficace. La scuola potrebbe telefonare a casa per verificare la veridicità della comunicazione che ha ricevuto. Quindi, è meglio includere: "Sono al lavoro durante il giorno, quindi è preferibile chiamare a questo numero". Dopodiché scrivi il tuo numero di cellulare.
  3. 3
    Non vantarti della tua fuga. Potresti avere questa tentazione se sei riuscito a svignartela indenne. Tuttavia, è meglio evitare, altrimenti c'è il rischio che un insegnante o un funzionario scolastico ti senta. Inoltre, se racconti ai tuoi amici che sei uscito dall'edificio senza essere notato, potrebbero riferirlo ad altre persone in tua assenza.
  4. 4
    Preparati ad accettare le conseguenze se vieni scoperto. Nessun modo per sgattaiolare fuori dalla scuola è infallibile. Anche se prendi le dovute precauzioni, corri sempre il rischio di essere riconosciuto. Quindi, sii consapevole dei pericoli a cui vai incontro sia sul piano dei provvedimenti disciplinari sia per quanto riguarda la reazione dei tuoi genitori. Assicurati che valga effettivamente la pena rischiare prima di decidere di uscire di nascosto da scuola.
    Pubblicità


Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 26 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cose di Scuola

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità