Come Utilizzare un Estrattore di Comedoni

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Un estrattore di comedoni è uno strumento che permette di rimuovere i punti neri e i punti bianchi dalla cute. In genere ha la forma di un piccolo bastoncino alle cui estremità sono collegati degli anelli oppure delle lame simili a bisturi. Gli estrattori di comedoni sono studiati per togliere il nucleo del brufolo e del punto nero senza danneggiare la cute. Prima di usarne uno devi preparare la pelle per evitare ulteriori imperfezioni o infezioni.

Parte 1 di 2:
Disinfettare il Viso

  1. 1
    Dilata i pori. Se ammorbidisci i brufoli e i punti neri prima di procedere all'estrazione, rendi il processo più semplice grazie ai pori dilatati. Puoi farlo appoggiando un panno caldo e umido sul volto per 2-3 minuti oppure facendo una doccia calda.[1] In questo modo la pelle viene esposta al vapore che dilata i pori cutanei.
  2. 2
    Disinfetta le mani oppure indossa dei guanti. Per evitare che i batteri presenti sulle mani entrino in contatto con il viso, disinfettale con acqua e sapone. In alternativa, puoi mettere dei guanti monouso quando decidi di usare l'estrattore.
    • Queste semplici norme igieniche ti proteggono dalle infezioni, ma rappresentano anche un dettaglio importantissimo quando si soffre di acne, dato che i batteri peggiorano le condizioni dei brufoli con il passare del tempo.
    • Inoltre, il livello di igiene e pulizia è direttamente correlato alla capacità di sbarazzarsi dell'acne.
  3. 3
    Sterilizza le zone da trattare.[2] Prima di usare l'estrattore, devi disinfettare i punti neri in modo che i batteri non vengano spinti inavvertitamente ancora più in profondità nei pori. Dopotutto, il tuo obiettivo è proprio quello di eliminare gli agenti patogeni dalla cute! Usa dei dischetti di cotone imbevuti di alcol denaturato per pulire e sterilizzare i punti neri prima di usare l'estrattore.
    • Non trascurare neppure lo strumento.[3] Ricorda che se l'estrattore non è sterilizzato, annullerà tutti i tuoi sforzi e introdurrà ancora più batteri nei pori.
    • Strofinalo con un cotton fioc imbevuto di alcol denaturato prima di continuare.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Usare l'Estrattore di Comedoni

  1. 1
    Scegli il modello di estrattore corretto per il tuo tipo di acne.[4] I punti neri possono essere eliminati con un normale estrattore, mentre quelli bianchi devono essere incisi con una lama simile a quella di un bisturi prima di procedere alla loro rimozione. L'estrattore di comedoni più diffuso è dotato di due estremità, ciascuna con anelli di misure diverse. In questa maniera puoi scegliere la punta più adatta al tipo e alle dimensioni dell'imperfezione che devi togliere dal viso.
    • In alternativa, esistono dei modelli che a una estremità hanno un anello estrattore per i punti neri e dall'altra una lama affilata per rompere i punti bianchi prima di rimuoverli. In questo caso avrai bisogno di fare un po' di pratica per utilizzare lo strumento nel modo migliore.
    • Se non sei capace di rompere i punti bianchi con la lama, allora dovresti lasciare che se ne occupi il dermatologo o un'estetista esperta.
    • Se usi la lama nel modo scorretto, potresti provocarti delle cicatrici e altri inestetismi proprio sul viso. L'estremità dedicata all'estrazione dei punti neri, invece, è decisamente più semplice e sicura da usare anche a casa.
  2. 2
    Togli i punti neri con l'estrattore di comedoni.[5] Per farlo devi porre l'inestetismo al centro dell'anello che si trova all'estremità dello strumento. In seguito applica una certa pressione e muovi l'estrattore da lato a lato con delicatezza. In questo modo tutto il materiale che blocca il poro viene estratto e noterai anche del sebo che trasuderà.
  3. 3
    Se sei capace di usare la lama, puoi togliere anche i punti bianchi.[6] Per prima cosa devi incidere la cute per aprire l'inestetismo. In seguito devi appoggiare l'anello che si trova sull'altra estremità dell'estrattore, in modo che il punto bianco si trovi proprio al centro. Quindi non resta che muovere l'estrattore a destra e sinistra mentre applichi una certa pressione. Il materiale che blocca il follicolo uscirà.
    • Se hai qualche timore a usare la lama, allora dovresti investire in un trattamento estetico o dermatologico (affidati sempre a persone competenti ed esperte). In caso contrario qualunque errore da parte tua potrebbe trasformarsi in cicatrice.
  4. 4
    Occupati del sanguinamento.[7] In alcuni casi la pelle sanguina un po' dopo l'estrazione. Tamponala delicatamente con una garza per assorbire il sangue. Se esegui tutta la procedura nella maniera corretta, il sanguinamento non dovrebbe durare più di qualche secondo.
  5. 5
    Termina il processo disinfettando la zona trattata.[8] Se vuoi essere molto attento nella prevenzione delle infezioni, usa altri batuffoli di cotone imbevuti di alcol per pulire la cute, che ora è libera dai brufoli. Dovrai anche disinfettare l'estrattore prima di riporlo. Ricorda che ogni attenzione e sforzo che dedichi all'igiene e alla pulizia si trasformerà in un successo maggiore nella lotta contro l'acne.
    Pubblicità

Consigli

  • Se non riesci a estrarre facilmente il punto nero dopo diversi minuti, ripeti il trattamento di vapore per il viso oppure usa un panno caldo, per essere certo che i pori si siano dilatati abbastanza da consentire la fuoriuscita dell'ostruzione.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non usare mai le dita per schiacciare i brufoli o i punti neri, perché aggraveresti l'infiammazione o l'infezione favorendo la produzione di pus.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Cura della Pelle

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità