Come Viaggiare con un Gatto

La maggior parte delle persone non gradisce portare con sé il proprio gatto quando va in vacanza o deve fare un viaggio in auto. Alcuni mici sono coraggiosi e non hanno difficoltà a viaggiare, ma per la maggior parte di questi animali spostarsi e lasciare l'ambiente a loro familiare può essere un vero e proprio incubo. Tuttavia, è possibile portarli con sé senza troppi problemi; il "trucco" consiste nel prepararli per tempo, abituandoli gradualmente al viaggio e predisponendo tutti gli accessori necessari prima della partenza.

Parte 1 di 2:
Preparativi da Fare Prima della Partenza
Modifica

  1. 1
    Abitua il micio al viaggio. Se non è stato recentemente trasportato in auto, devi iniziare il processo diverse settimane prima dell'evento e fargli fare dei brevi percorsi in macchina (lunghi mezz'ora o meno). Mettilo nel trasportino che prevedi di usare per il viaggio importante, in modo che si abitui al rumore e al movimento dell'auto, così come all'odore della gabbia.
    • Offrigli dei bocconcini mentre è in auto, per farlo sentire a proprio agio nell'abitacolo.
    • Considera questi brevi percorsi come dei "test" per risolvere eventuali problemi prima di affrontare il viaggio impegnativo lontano da casa.
  2. 2
    Procurati dei farmaci per la cinetosi presso il veterinario, se necessario. Se l'animale tende a soffrire di mal d'auto – cosa di cui potresti accorgerti durante i brevi percorsi in auto – fatti prescrivere degli antiemetici, come la clorpromazina, che puoi somministrare al micio per tenere sotto controllo il suo malessere.[1]
    • I segni che possono farti capire che soffre di questo disturbo (ovviamente quando è in auto) sono: pianti o vocalizzi che non smettono dopo alcuni minuti di viaggio, eccessiva salivazione, immobilità, reazioni di paura al movimento, eccessiva attività o camminare continuo, vomito, minzione o produzione di feci.[2]
    • Lo zenzero che viene usato dalle persone per gestire la nausea è sicuro anche per i gatti; puoi trovarlo in forma liquida o masticabile presso i negozi online o fisici per animali, o a volte anche nelle cliniche veterinarie.
  3. 3
    Dagli l'essenza di fiori di Bach "Rescue Remedy" per aiutarlo a gestire la paura e lo stress del viaggio o l'ansia per i posti nuovi. Aggiungine qualche goccia nella sua ciotola dell'acqua di ogni giorno e mettigli una goccia direttamente in bocca prima di intraprendere ogni viaggio, se l'animale è particolarmente agitato. Puoi verificarne l'efficacia dandogli una dose e poi portandolo a fare un breve percorso in auto mezz'ora più tardi. Questo è il trattamento in assoluto più consigliato, dato che i sedativi si limitano a intontire il micio, mentre l'essenza dei fiori di Bach lo aiuta a restare calmo e sicuro.
  4. 4
    Dagli dei tranquillanti su prescrizione solo come ultima risorsa. Prima di ricorrere ai medicinali dovresti cercare di addestrare il felino facendo le prove di guida o con delle opzioni non farmacologiche. In ogni caso, il veterinario può aiutarti a trovare quello più efficace per il tuo caso specifico; tra le diverse soluzioni ci sono gli antistaminici da banco (come Benadryl) e i farmaci su prescrizione, come l'alprazolam (Xanax) per alleviare l'ansia.[3]
    • Per ottenere i migliori risultati, fatti indicare dal veterinario il giusto dosaggio e segui scrupolosamente i suoi consigli.
  5. 5
    Prova i sedativi a casa alcuni giorni prima di intraprendere il viaggio. Osserva il comportamento del micio e, se noti degli effetti avversi, hai ancora tempo per chiamare il veterinario e modificare il dosaggio o provare altri tipi di farmaci. Proprio come per le persone, i medicinali provocano effetti diversi anche sui gatti; se noti che diventa nervoso o manifesta altre reazioni insolite, il veterinario può trovare un trattamento alternativo.
    • La maggior parte dei sedativi non rende totalmente incoscienti i gatti, ma li intontisce. Se il farmaco è troppo forte o inefficace, devi informare il veterinario prima di partire, dato che il micio deve restare sempre cosciente dell'ambiente circostante, anche sotto l'effetto del sedativo.
    • Quando l'animale ha preso il medicinale, mettilo nel trasportino e portalo in auto; in questo modo sai quale comportamento aspettarti mentre stai viaggiando con un gatto in tali condizioni. Controlla che il veterinario ti fornisca la quantità di medicinale sufficiente per tutto il viaggio (andata e ritorno); chiedigli una o due compresse in più da provare a casa prima di partire.
  6. 6
    Qualche giorno prima della partenza, metti un asciugamano o una coperta nella sua cuccia, o in qualunque altro luogo voglia dormire. Lo scopo è impregnare il tessuto con l'odore del gatto e della casa, in modo che diventi familiare e che il micio si senta maggiormente a proprio agio.
  7. 7
    Prepara la gabbia la mattina del viaggio o la sera prima. Metti l'asciugamano che hai lasciato nella cuccia sul fondo del trasportino e aggiungine un altro, nel caso il pavimento della gabbia abbia bisogno di maggiore imbottitura; inserisci anche il suo giocattolo preferito, affinché gli faccia compagnia.
  8. 8
    Venti minuti prima di partire, spruzza un po' di Feliway nel trasportino e nell'abitacolo. Si tratta di un prodotto commerciale che contiene feromoni; rappresenta una riproduzione chimica dei feromoni naturali rilasciati dai gatti quando si sentono bene e rilassati nel loro territorio, e dovrebbe calmare il micio in auto.[4]
    • Fai una prova prima di spruzzarlo nella gabbia per monitorare la reazione del gatto; anche se in casi rari, alcuni mici interpretano l'odore come il tentativo di marcare il territorio da parte di altri esemplari e potrebbero comportarsi in maniera negativa o anche aggressiva.
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Portare il Micio in Viaggio
Modifica

  1. 1
    Dagli da mangiare alcune ore prima del viaggio e lasciagli libero accesso alla lettiera. Se riesci a creare uno spazio nella gabbia puoi inserire la cassetta igienica, anche se non è strettamente necessario; la stessa cosa vale per il cibo e l'acqua.
    • Non lasciare mai il micio nel trasportino per più di 8 ore senza fornirgli cibo, acqua e dargli la possibilità di "usare il bagno".
  2. 2
    Lascia lo sportello della gabbia aperto, in modo che possa entrarvi ed esplorarla. Devi fare in modo che vi entri spontaneamente e che si senta a proprio agio; se in questa fase si rifiuta, non devi forzarlo.
  3. 3
    Metti l'animale nel trasportino e poi trasferiscilo in auto. Durante il tragitto fino alla vettura, puoi coprirlo con un telo o una coperta, in modo da impedirgli di vedere l'esterno e di spaventarsi;[5] togli però la copertura una volta che si trova nell'abitacolo.
    • Dovresti tenere il trasportino in un posto sicuro, meglio ancora se bloccato con la cintura di sicurezza. Se questa però non funziona, puoi prendere delle corde elastiche o alcuni segmenti di fune per assicurarlo alla vettura, nel caso di un incidente o se fossi costretto a una fermata brusca.[6]
  4. 4
    Metti il micio nella gabbia dopo avergli fatto indossare una pettorina. Il viaggio in automobile è stressante per questo animale, indipendentemente dal fatto che gli piaccia o meno. Mettendogli un'imbracatura e il guinzaglio ogni volta che è fuori dal trasportino (anche in auto), hai a disposizione qualcosa con cui afferrarlo, nel caso decidesse di saltare fuori da un finestrino o dalla portiera aperta.
  5. 5
    Concedigli di sgranchirsi le zampe. Non dovresti tenerlo in auto tutto il giorno: per questo è utile mettergli l'imbracatura con il guinzaglio. Aggancia quest'ultimo alla pettorina e lascia il micio fuori dal veicolo per un ventina di minuti; questa è anche l'occasione per fargli espletare i suoi bisogni, anche se non devi sorprenderti se si dimostra schizzinoso.
  6. 6
    In qualunque luogo tu ti stia recando, spruzza un po' di Feliway (o attiva il diffusore) prima di portare il micio nella stanza. Se devi uscire, mettilo nel trasportino e appendi il cartello "Non disturbare" sulla porta, nel caso il personale della struttura turistica volesse entrare. Se prevedi di restare fuori dalla stanza tutto il giorno, puoi mettere il gatto nel bagno con tutti i suoi accessori e chiudere la porta (se possibile). Lascia quindi una nota sulla porta avvisando che all'interno c'è il gatto e di fare attenzione a non farlo fuggire.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • Tieni presente che le compagnie aeree non accettano animali sedati, perché è più difficile capire se soffrono di qualche patologia, inclusi i colpi di calore. Se devi fare un lungo viaggio fino all'aeroporto, non dargli il sedativo, perché non potrà volare; in questo caso, dagli l'essenza di fiori di Bach "Rescue Remedy", che è un'alternativa accettabile per calmarlo quando è troppo eccitato.
  • Non dimenticare di portare un tiragraffi o una tavoletta di carta vetrata; molte volte la gente trascura questo accessorio, senza il quale il micio potrebbe trovarsi costretto a usare qualche altra superficie che non deve essere danneggiata, come le tende o il copriletto dell'hotel. I gatti hanno bisogno di limare le unghie: non si tratta solo di un atto istintivo, ma anche di un modo per fare stretching e mettere in funzione i muscoli che solitamente non utilizzano.
  • Se devi fare un viaggio lungo con più gatti, un trasportino pieghevole per cani è un'ottima soluzione da installare sul sedile posteriore. Puoi inserirvi una piccola lettiera coperta che svolge anche la funzione di "trespolo" per il gatto che vuole guardare fuori dal finestrino; inoltre, c'è altro spazio in cui poter inserire la cuccia, il cibo, l'acqua e i giocattoli. I lati con apertura a zip offrono un facile accesso e permettono al micio di vedere il paesaggio all'esterno dell'abitacolo. Il trasportino può essere usato anche come luogo sicuro in cui tenere il gatto quando soggiorni in una casa in cui vivono altri animali domestici e tu devi uscire; tale "rifugio" è abbastanza capiente da contenere la lettiera e offrire un po' di spazio per permettere al micio di muoversi.

AvvertenzeModifica

  • Assicurati che il gatto indossi sempre il collare con l'etichetta identificativa: devi evitare che possa in qualche modo scappare. Un microchip con i dati aggiornati e registrati presso l'organismo competente è un mezzo permanente di identificazione.
  • Non lasciare che il piccolo felino possa muoversi liberamente nel veicolo mentre stai guidando. Anche gli eventi più insignificanti possono spaventarlo e l'ultima cosa che desideri è un gatto che si è nascosto in fondo all'auto, sotto il sedile a cui non hai accesso o che si è rintanato sotto i pedali. Se stai viaggiando con altri passeggeri e al gatto piace guardare fuori dal finestrino, può essere una buona idea mettergli la pettorina e il guinzaglio, permettendogli di stare seduto in questo modo; fai solo attenzione che non si agiti troppo.
  • Non lasciarlo mai in auto da solo, anche con i finestrini socchiusi; sono sufficienti meno di 20 minuti perché possa surriscaldarsi e morire.

Cose che ti ServirannoModifica

  • Cassetta igienica
  • Piattini per il cibo e l'acqua
  • Trasportino
  • Piccolo asciugamano o coperta
  • Tiragraffi o tavoletta di carta vetrata
  • Cibo
  • Acqua
  • Giochi e corde per il micio
  • Pettorina e guinzaglio per gatti
  • Collare con targhetta identificativa
  • Feliway
  • Detergente enzimatico nel caso il micio avesse qualche "incidente" in auto o in hotel
  • Spray "Rescue Remedy"
  • Farmaci

Hai trovato utile questo articolo?

No